Arrestato per tangenti sindaco di Legnano. Di Maio: "Corruzione ovunque"


MILANO - Azzerata la giunta leghista di Legnano: c'è anche il sindaco di Legnano, Gianbattista Fratus, tra gli arrestati nell'operazione su turbata libertà degli incanti e corruzione elettorale dei finanzieri del Comando Provinciale di Milano, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio. 

Concessi a Fratus i arresti domiciliari così come all'assessore alle opere pubbliche Chiara Lazzarini. 

Il vicepremier M5s, Luigi Di Maio, va all'attacco. 'E' chiaro ed evidente che c'è un'emergenza corruzione, una Tangentopoli bis, che colpisce tutti i partiti e noi dobbiamo arginare questi fenomeni'. E anche il ministro Bonafede interviene: "Non commento mai le indagini in corso, ho massimo rispetto per l'autonomia della magistratura che deve lavorare in pace ma rilevo - dice il ministro - che in Italia c'è una emergenza corruzione".

0 commenti:

Posta un commento