Conte contro Salvini: "Non siamo i tuoi passacarte"


ROMA - Sono volati gli stracci durante il Cdm di ieri sera con un Giuseppe Conte arrabbiato per la ‘fuga in avanti’ di Matteo Salvini sul ‘Salva Roma’, stralciato, secondo il ministro degli Interni, dal Dl crescita: “Devi portare rispetto a me e a ciascuno dei ministri che siedono intorno a questo tavolo”.

"Il Cdm è un organo collegiale non siamo qui a fare i tuoi passacarte. Devi portare rispetto a me e a ciascuno dei ministri che siedono intorno a questo tavolo". Sarebbe questo lo sfogo del premier raccontato nel restroscena dell'Adnkronos da fonti di governo presenti al Consiglio dei ministri di questa sera, e che hanno raccontato di toni estremamente irritati. 

A mandare su tutte le furie il premier è stata l'accelerazione del leader della Lega, che, a Cdm appena cominciato, è sceso nel cortile antistante Palazzo Chigi annunciando lo stralcio della misura ‘Salva Roma' dal dl crescita.

Una dichiarazione, quella del vicepremier leghista, che ricalca solo la proposta della Lega. L'intraprendenza di Salvini ha mandato su tutte le furie Conte, che di solito funge da mediatore tra le due diverse anime del Governo.

0 commenti:

Posta un commento