Venezuela, Guaidò: sconcertato da neutralità Italia


CARACAS - Il presidente dell'Assemblea nazionale venezuelano Juan Guaidò ha espresso "sconcerto" per la linea neutrale di Roma sul Venezuela ed in queste ore ha inviato una sua delegazione nella capitale italiana per convincere il governo a schierarsi dalla sua parte, insieme con quasi tutta Europa, per continuare la sua battaglia verso nuove elezioni presidenziali.

"Con profondo sconcerto - scrive il leader dell'Assemblea nazionale - non comprendiamo le ragioni della posizione politica italiana. Non capiamo perché il Paese europeo a noi più vicino non prenda una posizione chiara e netta contro il dittatore Maduro e non chieda, con forza, libere elezioni sotto l'egida della comunità internazionale e lo sblocco degli aiuti umanitari". E ancora: "Sono sicuro che il popolo italiano è dalla nostra parte, dalla parte della democrazia, della libertà e della giustizia".

Guaidò ha ricevuto il sostegno di Salvini, che al telefono gli ha confermato la sua posizione anti-Maduro. Ma tutto è rinviato al voto di oggi in Parlamento.