Mamma e figlia disperse sull'Aspromonte: ritrovate nella notte


REGGIO CALABRIA - Storia a lieto fine quella di due donne calabresi, una 46enne e sua figlia di 14, che si erano smarrite nelle montagne dell'Aspromonte. Le due donne sono state ritrovate in nottata, nei pressi di un torrente, dopo aver vagato per diverse ore tra i monti. A dare l'allarme il marito della donna. Le ricerche si sono rese da subito complesse per la presenza della neve, del terreno impervio oltre che dell'assenza totale di copertura telefonica.

La svolta intorno alle 22.30 quando la donna è riuscita a fare una telefonata ad un numero di emergenza e a indicare di essere con la figlia nei pressi di un torrente senza però dare ulteriori informazioni.

Concentrate le ricerche lungo uno dei torrenti lì esistenti, le due disperse sono state ritrovate con principi di ipotermia, rendendosi poi necessario per entrambe il trasporto in barella. Sono state consegnate al 118 in codice giallo. Ben sei squadre del Soccorso Alpino e Speleologico Calabria della Stazione Aspromonte hanno partecipato alle ricerche insieme a numeroso personale di carabinieri, vigili del fuoco e associazioni di Protezione civile.

0 commenti:

Posta un commento