Governo: mercati nervosi, balza lo spread

ROMA - I mercati reagiscono con un certo nervosismo alle indiscrezioni sulla bozza di contratto sul programma di un possibile governo giallo-verde. In rialzo lo spread.

In particolare è stata brusca la reazione all'ipotesi, contenuta in una bozza di contratto di governo tra Lega e Movimento Cinque Stelle, che venga richiesta una cancellazione di 250 miliardi di debito pubblico italiano acquistato dalla Banca centrale europea nell'ambito del quantitative easing. L'ipotesi in giornata è stata definita superata dai due partiti.

Milano la peggiore borsa d'Europa con un rosso del -2,32% a Piazza Affari.

SPREAD - Resta sotto pressione lo spread tra Btp e Bund che in chiusura tocca i 151 punti base, il livello più alto da quattro mesi. Il mercato guarda con apprensione ai possibili piani d'azione di un governo Lega-M5s, a partire dall' ipotesi della cancellazione dei 250 miliardi di debito con la Bce. Il rendimento del titolo decennale italiano è in rialzo al 2,10%.

BORSA - La Borsa di Milano, la peggiore in Europa, chiude in calo del 2,32% e scende sotto la soglia del 24mila punti, a 23.734. Migliora lievemente lo spread-bund, a 147,6 punti.

0 commenti:

Posta un commento