Gentiloni bis dalla notte insonne della Repubblica?

di NICOLA ZUCCARO - Un rinvio finalizzato a definire alcune caselle ministeriali o un velato passo di lato di Carlo Cottarelli per un governo non più tecnico ma politico e composto da Lega e 5Stelle o solo da quest'ultimo ? E' il rebus che, a conclusione dell'85mo giorno dalle elezioni per il rinnovo delle Camere, introdurrà un'altra notte insonne non solo per il presidente della Repubblica ma anche per i leaders delle maggiori forze politiche, costretti ad affrontare quella che potrà essere l'ultima nottata in bianco accompagnata da un altro interrogativo: voto a luglio, in autunno, o nei primi del 2019 ? Se è vero come è vero che la notte porta consiglio, specie quando a dover essere a rischio è la solidità economica dell'Italia (la risalita dello spread e le tensioni finanziarie manifestate dai mercati e rimarcate dallo stesso Sergio Mattarella), allora la soluzione è la fiducia ad un governo tecnico che accompagni l'Italia a nuove elezioni nei prossimi mesi.

Ma se è ugualmente vero che bisognerebbe dare all'Italia un esecutivo politico quale espressione della maggioranza degli elettori che il 4 marzo ha votato Lega e 5Stelle, sarebbe opportuno impiegare qualche giorno in più per il relativo varo. E se questo tentativo non dovesse andare a buon fine, la soluzione avrebbe - complice le disposizioni costituzionali - un nome ed un cognome: Paolo Gentiloni.

Il premier ancora in carica per gli affari correnti - secondo alcuni sussurri romani - non ha ancora preparato il trasloco, e questo potrebbe rappresentare un indizio perchè sia Gentiloni e non Cottarelli (titolare di un camuffato mandato esplorativo) a guidare quell'esecutivo di garanzia fino a nuove elezioni posticipabili a ottobre.

Più volte dalle colonne di questo giornale è stata evidenziata la competenza di Gentiloni in politica estera, unita ad una conoscenza dell'economia interna ed internazionale e delle istituzioni politico-militari quali Nato e Patto Atlantico. Elementi sulla base dei quali Sergio Mattarella potrebbe giocarsi l'ultima carta in quella che si auspica essere l'ultima notte insonne della cosiddetta Terza Repubblica.

0 commenti:

Posta un commento