Grillo-Casaleggio: "Pronti a vedere Renzi". Il premier: "No a giochini strani"

All'incontro con Grillo e Casaleggio "questa volta, magari, lo streaming lo chiediamo noi". Così il premier Matteo Renzi, in un'intervista che andrà in onda al TG5, risponde alla proposta di incontro avanzata oggi dai leader di M5s. "E' bene che non ci siano né patti segreti né giochini strani", ha aggiunto.
"Grillo è un uomo che ci ha abituati ogni giorno ad una sorpresa", ha sottolineato Renzi. "Diciamo così... Con lui non ci si annoia".
Le beghe del Partito democratico non sembrano preoccupare il premier Matteo Renzi: "Settimane semplici nel nostro partito non ne ricordo. Però possono dire quello che credono, con il 41% alle europee il problema non è continuare ad inseguire le preoccupazioni di minoranza o maggioranza del Pd, ma rispondere ai cittadini".
"Se Renzi ritiene che la legge M5S possa essere la base per una discussione comune, il cui esito dovrà comunque essere ratificato dagli iscritti al M5S, Renzi batta un colpo. Il M5S risponderà". Lo scrivono Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sul blog, auspicando un incontro con il premier sulla legge elettorale. "Sono avvenute due cose che hanno cambiato lo scenario: il M5S ha una legge" elettorale "approvata dai suoi iscritti" e Renzi "è stato legittimato da un voto popolare e non a maggioranza dai soli voti della direzione del Pd. Quindi qualcosa, anzi molto, è cambiato": così, ancora sul blog Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio.

0 commenti:

Posta un commento