Visualizzazione post con etichetta Milano. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Milano. Mostra tutti i post

Milano, attentato incendiario in Piazza Duomo, date alle fiamme tre palme


Attentato incendiario da parte di balordi, la scorsa notte in Piazza Duomo a Milano. Dopo la mezzanotte circa, sono state date alle fiamme tre palme piantate qualche giorno fa per volontà del Starbucks, storica catena statunitense di caffetterie. Sul posto gli agenti della Polizia Locale hanno fatto tutti i rilevamenti del caso, acquisendo le immagini delle telecamere di sorveglianza presenti in zona.

Milano, 16enne picchiata e molestata su treno da nordafricani. Lega: "Vanno castrati"


MILANO - Ancora momenti di violenza su un treno del Nord Italia. Una liceale di 16 anni è stata picchiata e molestata sessualmente da due cittadini nordafricani su un treno diretto da Milano a Vigevano. A denunciarlo la giovane, precisando che l'episodio è avvenuto nel pomeriggio di giovedì ma solo ieri lei lo ha denunciato. Lo ha fatto perché, a seguito di un malore, è stata visitata in una clinica milanese dove le hanno riscontrato un trauma cranico, contusioni multiple e la frattura di una costola. A quel punto ha denunciato tutto. La giovane ha raccontato di essere salita giovedì sera sul treno che parte verso Vigevano dalla stazione di Porta Genova, a Milano. Era insieme ad un'amica, che però è scesa alla stazione di Abbiategrasso, lasciandola sola. A quel punto la ragazza è stata avvicinata sul treno dagli unici altri due passeggeri presenti sulla carrozza, due nordafricani.

Gli immigrati hanno iniziato a palpeggiarla, poi sono passati alla violenza, colpendola con calci e pugni. La giovane ha detto che in quel momento il vagone era vuoto e che nessuno ha sentito le sue urla di aiuto. I due nordafricani sono poi scesi ad una stazione successiva e sono fuggiti. Tornata a casa la liceale non ha avuto il coraggio di raccontare subito cosa le fosse accaduto. Ma il giorno dopo durante una lezione ha avuto capogiri e nausea. A quel punto si è confidata con le compagne che l'hanno accompagnata in ospedale e hanno avvertito i genitori. In ospedale le è stato riscontrato il trauma cranico e le altre lesioni.

"Un gruppo di clandestini ha bloccato oggi per protesta la stazione di Mortara (Pavia), causando disagi a centinaia di persone. Due nordafricani avrebbero invece picchiato e molestato giovedì una ragazza italiana di 15 anni sul treno per Vigevano (Pavia). Basta, ci vogliono le maniere forti con questi balordi! Per quelli che bloccano i treni, un barcone e tutti a casa. Per quelli che violentano, una pillola, ZAC e non lo fanno più!". Lo scrive su Facebook il leader della Lega Matteo Salvini.

Caso Ruby ter, Silvio Berlusconi rinviato a giudizio. Il processo comincerà il 5 aprile


MILANO - Rinviato a giudizio a Milano il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. L'accusa per l'ex Premier è quella di corruzione in atti giudiziari per il caso Ruby ter. Lo ha deciso Carlo Ottone De Marchi, gup di Milano, il quale ha accolto la richiesta della Procura. Il processo per Berlusconi comincerà il 5 aprile davanti alla quarta sezione penale del Tribunale.

"Il fatto concreto è che si processerà Silvio Berlusconi per il reato di generosità". Lo dichiara l'avvocato Federico Cecconi che, insieme al professor Franco Coppi, difende il leader di Forza Italia oggi rinviato a giudizio a Milano per il caso Ruby ter con l'accusa di corruzione in atti giudiziari.

"Prendiamo atto di questo rinvio a giudizio - ha spiegato il legale - in dibattimento confidiamo nella possibilità di dimostrare l'estraneità di Silvio Berlusconi ai fatti contestati".

Pg di Milano, "La giustizia italiana è al collasso"


MILANO - Pur "apprezzando davvero gli sforzi del Ministro della Giustizia, On. Orlando" così "stando le cose, l'Amministrazione della giustizia resta al collasso" per le "vacanze degli organici del personale amministrativo". Lo si apprende nella relazione del Procuratore generale di Milano Roberto Alfonso per l'inaugurazione dell'Anno giudiziario che verrà letta dal magistrato che, dunque, nel suo intervento fa un riferimento specifico alla recente inchiesta della Dda milanese su Fiera Milano.

"Invochiamo - scrive il Pg - un intervento urgente e serio del Governo affinché esso adotti tutti i provvedimenti necessari per il buon funzionamento della Giustizia".

Le infiltrazioni di una "organizzazione criminale", che avrebbe agito per "agevolare l'associazione mafiosa denominata 'Cosa Nostra', nei lavori di "Fiera Milano spa" sono un fatto "assai grave per la città di Milano" dichiara Alfonso nella relazione.

«È tempo che le istanze dell’avvocatura barese vengano ascoltate e contribuiscano alle decisioni che la toccano direttamente». E’ questo uno dei passaggi della relazione del presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari Giovanni Stefanì che, durante la cerimonia di apertura dell’Anno giudiziario del distretto di Bari, ha ricordato «il ruolo di semplice invitata dell’avvocatura nella Conferenza permanente per gli uffici giudiziari di Bari che sta decidendo le sorti dell’edilizia giudiziaria cittadina senza che gli avvocati, attori della Giustizia al pari di magistrati e personale di cancelleria, possano incidere su queste decisioni».

«Sul trasferimento della Sezione lavoro del Tribunale di Bari nella ex sede distaccata di Modugno ribadiamo il nostro dissenso che manifesteremo in ogni modo nelle sedi competenti, sia a livello locale che ministeriale: il problema della razionalizzazione degli spazi non può essere liquidato con una soluzione inadeguata e, soprattutto, temporanea».

Rilanciando quanto denunciato dal presidente della Corte di Cassazione Giovanni Canzio all’inaugurazione dell’Anno giudiziario, il presidente Stefanì ha ricordato come «sempre più spesso, anche nel nostro territorio, giornali e televisioni animano processi mediatici che decretano la colpevolezza dell’imputato prima ancora che inizi quello celebrato nelle aule giudiziarie. La riforma del processo penale dovrebbe arginare il fenomeno delle fughe di notizie sulle indagini in corso, cui spesso si associa quello dello scarso riserbo di alcuni rappresentanti della Magistratura; il venir meno della riservatezza nello svolgimento dell'attività giudiziaria è, purtroppo, uno dei motivi che sta facendo perdere autorevolezza alla Magistratura agli occhi dei cittadini».

«Quotidianamente – ha ricordato ancora Stefanì cambiando argomento – raccogliamo le storie di avvocati giovani e meno giovani che, a causa della crisi, convivono con un grave disagio economico. La gravità della situazione è ben chiara alle istituzioni e, dopo mesi di annunci, sembra ormai imminente l'approvazione della legge sull'equo compenso per gli avvocati che auspichiamo possa divenire un modello per altre categorie professionali sferzate dalla crisi».

Il presidente Stefanì ha dedicato un passaggio anche al nuovo «Organismo Congressuale Forense che permetterà di rafforzare il dialogo tra l’avvocatura e la politica. Siamo sicuri che questo nuovo organismo consentirà alle istanze degli avvocati espresse dalle associazioni forensi nei congressi triennali di trovare maggiore ascolto da parte del Governo».

Milano: mostra personale di LAARA CASSELLS - "after" curata da Debora Albertario


Haziel International Onlus e la Presidente Dott.ssa Rossana Rodà prensentano la mostra personale di LAARA CASSELLS - "after" curata da Debora Albertario, che si terrà il 25 Gennaio 2017, dalle ore 18 alle ore 20 presso ARTPASSAGE, C.so Buenos Aires 77, 20124, Milano. "Si tratta della prima mostra personale in Italia di Laara Cassells, artista già affermata in Canada; in questa solo show dal titolo "after", i ritratti storici sono integrati con soggetti e oggetti contemporanei per creare una serie di doppi ritratti. Ognuno è dipinto alla maniera dei modelli passati, ma con l'inserimento appunto di un oggetto contemporaneo creando così un ponte tra passato e presente. Questi soggetti interagiscono tutti con i loro dispositivi elettronici, ma non sono necessariamente "intenzionalmente disimpegnati", in quanto potrebbero interagire anche con il modello originale e con lo spettatore. Stilisticamente i dipinti sono per lo più ispirati a ritratti delle società europee del passato, che, come la moderna pagina di Facebook, spesso presentavano una versione idealizzata del singolo. Laara vuole commentare le differenze nello stile di vita nel corso dei secoli, nonostante le somiglianze fisionomiche."

Milano: Morta una donna, il marito confessa

(Foto ANSA)

Morta una donna di circa di 50 anni, Rosanna Belvisi, in un appartamento in zona Lorenteggio a Milano. La donna, impiegata presso l'Inps, dopo un precedente lavoro come custode del suo stesso palazzo, è stata ferita profondamente alla gola. Nella giornata di ieri, il marito, Luigi Messina, aveva affermato di aver trovato, nel pomeriggio di ieri, al suo ritorno da una passeggiata, la porta di casa aperta ed il corpo della moglie riverso per terra con una profonda ferita alla gola. Interrogato in questura, il marito della donna, dopo una serie di profonde contraddizioni, durante la notte, ha ammesso di essere stato lui ad uccidere la moglie, facendo trovare l'arma del delitto, un coltello. I suoi abiti sporchi di sangue erano invece in un cestino. La coppia, che ha una figlia di 25 anni, era solita litigare.

Solidarietà, Haziel festeggia: al via la cooperativa

MILANO - L'Associazione Haziel festeggia con le istituzioni i frutti della sua attività. L'associazione, che opera su tutto il territorio italiano, da settembre ha in programma di costituire la Cooperativa omonima, in sinergia con istituzioni e imprenditori per dare un'opportunità di lavoro ai ragazzi usciti dalle comunità o dal carcere.

L'Associazione, fondata da Rossana Rodà Daloiso, assomiglia alla sua fondatrice: ha l'aspetto fragile, delicato, come sostiene chi la conosce da vicino, ma ha una forte determinazione e una correttezza intellettuale come pochi.

Rossana, infatti, dice sempre: "La vita ti può togliere tanto, forse ti rida' in modo diverso ciò che ti ha tolto, ma se non dovesse accadere bisogna avere la forza di sfidare la sorte e riprendere tutto".

Milano, Haziel protagonista a Militalia

MILANO - Questa mattina, sabato 14 maggio alle ore 11, è stata inaugurata la 59° edizione della fiera MILITALIA, presso il Parco Esposizioni Novegro (Milano). All’inaugurazione, cui hanno presenziato esponenti delle forze armate, è intervenuta anche la Fanfara della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”.

La Fiera, che ormai da qualche anno ha acquisito una valenza istituzionale grazie anche al contributo organizzativo della dott.ssa Rossana Rodà, propone un’interessante documentazione storico-culturale fornito da associazioni, testimonianze e gruppi di rievocazione. All’interno della fiera è presente inoltre, un’area dedicata alle aziende e agli operatori commerciali del settore.

Gli appassionati del collezionismo militare potranno trovare medaglie, cartoline, distintivi, libri, cappelli, fotografie, uniformi e ogni tipo di oggetti, documenti e accessori.

Anche quest’anno, madrina dell’evento la dott.ssa Rossana Rodà, presidente dell’Associazione Haziel, impegnata attivamente nelle aree dell’assistenza sociale e socio sanitaria, con finalità di solidarietà e di valorizzazione della cultura sociale.

Nella foto:
Ten. Colonnello Michele Cucuglielli, del Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano
Arch.GabrielePagliuzzi, Presidente del Parco Esposizioni Novegro
Dott.ssa Rossana Rodà, Presidente dell’Associazione Haziel
Colonnello Mauro Arnò, Comandante del Centro Documentale dell'Esercito (ex-distretto militare) di Milano

Feltri e Neri spiegano ai liceali milanesi il ruolo dell'Isis nel sistema geopolitico

MILANO - Gli studenti dell’ultimo anno dei licei classico e scientifico dell’Istituto De Amicis sono stati spettatori e protagonisti, giovedì scorso, di un incontro, organizzato dall’Associazione Haziel presieduta da Rossana Rodà, imperniato sulla comprensione del ruolo dell’Isis nel panorama geopolitico attuale. Il primo a prendere la parola è stato l’editorialista e giornalista Vittorio Feltri di cui è stato dato recentemente alle stampe il libro “Non abbiamo abbastanza paura” dedicato proprio all’avanzata dell’Isis non solo nel mondo islamico. Feltri ha spiegato lucidamente, non senza evitare di ricorrere ad esempi e fatti di cronaca di stretta attualità, il pericolo rappresentato dall’islamizzazione dell’occidente che sta avvenendo con la complicità di governi e istituzioni portati a confondere la multietnicità con la multiculturalità.

Se nel primo caso si tratta di far convivere etnie diverse che si rispettano reciprocamente, quando si parla di società multiculturale, ha detto, si vorrebbe che i paesi ospitanti abdicassero alla loro cultura per accettare quella altrui in un progetto del tutto utopistico e impraticabile quando “è dimostrato che l’Islam moderato si è dimostrato irrilevante nel mettere al bando o contrastare le sue punte più radicalizzate ed estremiste”.

Il riferimento ai fenomeni migratori, da parte di Vittorio Feltri, è stato ben chiaro così come il suo appello a mantenere la massima allerta davanti a un fenomeno che, se non regolamentato, rischia di mettere in crisi la nostra coesione sociale. Dello stesso avviso Sandro Neri, vice direttore del quotidiano Il Giorno, che ha ricordato come l’attale migrazione dal sud al nord del mondo è ben diversa e non raffrontabile a quella vissuta dall’Europa negli anni ’50 quando anche dall’Italia partirono migliaia di persone nel difficile momento economico del dopoguerra, verso paesi nei quali arrivano con regolari contratti di lavoro contribuendo al loro sviluppo economico. La spinosità del tema trattato non poteva non stimolare gli alunni che hanno dato vita a un acceso dibattito con i due relatori che sono stati alla fine salutati con un caloroso applauso.

All’incontro era presente anche la presidente dell’Associazione Haziel dott.ssa Rossana Rodà.

Milano, Feltri e Mazzuca incontrano gli studenti liceali

MILANO - L’Associazione Haziel ha organizzato per giovedì 21 aprile alle ore 11, presso gli Istituti De Amicis di via Lamarmora, in collaborazione con il responsabile dott. Giulio Massa, un incontro di approfondimento con gli studenti dell’ultimo anno dei licei classico e scientifico sul tema dell’Isis. Relatori saranno i giornalisti Vittorio Feltri del Giornale e Giancarlo Mazzuca direttore de Il Giorno che faranno una disamina su quanto sta accadendo nell’area radicale del mondo islamico.

La lezione-incontro prenderà spunto dall’ultimo libro di Vittorio Feltri “Non abbiamo abbastanza paura – Noi e l’Islam”, e ha lo scopo di dare ai ragazzi l’opportunità di riflettere su un argomento di sferzante attualità,quanto spinoso per gli equilibri geopolitici internazionali. “Stimolare i giovani a ragionare sui grandi cambiamenti che attraversano il mondo – dice la presidente dell’associazione Haziel, Rossana Rodà - è uno degli obiettivi della nostra associazione che ritiene i giovani un soggetto determinante per contribuire al miglioramento del futuro della società”.

“Il tema dell’Isis e della sua attività – prosegue Rossana Rodà, - è in questo caso affidato a due giornalisti di provata esperienza in politica estera e in grado di trasmettere ai giovani licealiuna visione oggettiva di una realtà variegata al punto da disseminare dubbi e non apparire in tutta la sua drammatica gravità”.

Palazzo Cusani di Milano apre le porte alla premiazione della VI Edizione del ConCorso Buenos Aires

MILANO - Il 18 novembre 2014, presso la Galleria OPENART di Corso Buenos Aires di Milano è avvenuta la presentazione dei trenta finalisti della VI Edizione del ConCorso Buenos Aires votati attraverso un pubblico on line, mentre i tre vincitori del ConCorso saranno selezionati da una giuria qualificata di critici d’arte. Gli esperti terranno conto dell’originalità delle opere presentate e della qualità concettuale ed estetica che li contraddistingue.

Le tre opere vincitrici saranno premiate il 3 dicembre 2014 alle ore 18,00 nella grandiosa mostra che si terrà nello splendido Salone Radetzky dell’importante Palazzo Cusani, Sede del Comando Esercito Militare Lombardia e NATO, sito in via Brera n.15, famosa via degli artisti.
Come le altre precedenti edizioni, anche questa sesta edizione del ConCorso ha incontrato artisti provenienti da tutte le parti del Mondo. Infatti, circa la metà dei partecipanti proviene da Paesi sparsi in cinque Continenti.

Il dott. Giuseppe Villani, Fondatore e Presidente dell’Associazione Culturale Open Art, ha dichiarato di essere orgoglioso di aver incontrato i numerosi artisti che hanno partecipato e presentato opere profondamente diverse, di grande pregio artistico e con grande qualità dei loro messaggi.

Il ConCorso Buenos Aires è stato indetto dall’Associazione Non Profit Open Art Milano, che promuove il lavoro degli artisti emergenti, ma anche di quelli già introdotti nel mondo dell’arte, sulla scena artistica contemporanea internazionale.

Cosa alquanto interessante, le trenta opere scelte rimarranno esposte nella stupenda Galleria OpenArt di Corso Buenos Aires e, alcune di queste, saranno poi donate dagli artisti all’Associazione HAZIEL. La Presidente dell’Associazione Haziel Rossana Rodà Daloiso provvederà a vendere le opere ricevute e, con tutto il ricavato, dovrà acquistare un’automobile da donare alla Fondazione Asilo Mariuccia che si occupa del recupero delle bambine e delle adolescenti "traviate", vittime cioè di violenze sessuali, o già avviate sulla strada della prostituzione, dedicandosi anche ai problemi legati alla delinquenza minorile, soprattutto puntando sul reinserimento sociale attraverso la formazione e il lavoro.
L’Associazione Haziel è stata fondata da Rossana Rodà Daloiso, milanese d'adozione, che collabora sul territorio con le Istituzioni, agendo concretamente con iniziative che si rivolgono soprattutto ai giovanissimi, forse i più provati da sei anni di crisi.

La missione di Haziel è quella di donare un sorriso ed un aiuto sincero ai più sfortunati, pertanto, programma visite periodiche ad ospedali e orfanotrofi per dare conforto a chi ne ha bisogno. Per reperire aiuti finanziari e sostegni per provvedere alla sua missione, organizza mostre, cene ed eventi in collaborazione con il noto quotidiano “Il Giorno”, che dà pubblicità alle iniziative.

Oggi più che mai le associazioni benefiche di volontariato sono essenziali per consentire di aiutare i giovani meritevoli, i quali, senza adeguati mezzi economici, non riescono a dimostrare le proprie capacità. Inoltre, il grande obiettivo di Haziel è quello di collaborare con altre realtà del volontariato per aiutarle a raggiungere i loro obiettivi umanitari.

Per le informazioni ci si può rivolgere a INFOLINE - Giulia Ada Sedioli - Art Consultant & Communication Assistant - Tel.02.36525173 - Mail. info@openartassociazione.it”.

Milano, inaugurazione della 'Nuova Stanzallegra' (FOTOGALLERY)

Grande partecipazione a Milano per l'inaugurazione della 'Nuova Stanzallegra'. Ecco le foto:

Milano: Amipo, congresso 'Ipernutrizione VS Malnutrizione: due fattori che favoriscono il sovrappeso'

MILANO - Negli ultimi vent’anni l'obesità è aumentata rapidamente in tutto il mondo occidentale, al punto che l'OMS, nel 1998, ha definito questo fenomeno “epidemia globale”. Parallelamente in forte crescita vi è l’obesità infantile, la stessa è triplicata nell’ultimo ventennio ed è riconosciuta come una problematica grave per la salute pubblica.

L'obesità persiste dall'infanzia all'adolescenza e all'età adulta e, le malattie legate al sovrappeso stanno diventando sempre più diffuse tra i giovani. L’associazione AMIPO, si prefigge il compito di elaborare una strategia di educazione, comunicazione, nonché di proporre terapie di tipo integrato, destinate a favorire stili di vita ed abitudini alimentari sane, per ridurre il rischio legato al sovrappeso e/o obesità. 

L’Associazione organizza un Congresso scientifico a cadenza annuale che si svolgerà il 29 novembre dalle 9:00 alle 19:00 presso l’Hotel Michelangelo – Milano, dal titolo: “IPERNUTRIZIONE Vs MALNUTRIZIONE: due fattori che favoriscono il sovrappeso” Saranno presenti relatori nazionali ed internazionali con un ricco programma che tratterà in modo integrato l’argomento di prevenzione del sovrappeso e la gestione dell’obesità.

Il programma è pubblicato sul sito AMIPO e i professionisti interessati possono scaricare le modalità di pagamento e la scheda d’iscrizione direttamente dal sito. www.amipo.org

La nuova concezione di mobilità urbana firmata Linea Arancione


ROMA - Nel  weekend del 5 e 6 Aprile 2014, la Linea Arancione ti offrirà la possibilità di vivere la mobilità in uno stile del tutto originale e rivoluzionario. MINI ricalcherà veramente i due percorsi più votati delle città di Milano e Roma durante l’iniziativa della Linea Arancione, facendoti trovare alle apposite fermate segnate sul sito www.mini.it/linearancione potrai salire a bordo della nuova MINI  e guidarla tra una fermata e l’altra, le auto escono così dai concessionari e il test drive raggiunge un nuovo livello di funzionalità.

MINI presenta in una maniera del tutto originale la sua nuova vettura nella rivoluzionaria colorazione Volcanic Orange, che è stato il leit motiv della Linea Arancione, proponendo agli utenti una nuova visione della mobilità urbana, su misura di cittadino e di città.

Per due settimane sul sito della Linea Arancione gli utenti hanno potuto registrarsi e condividere il loro percorso cittadino ideale per Milano e Roma tra 5 proposte diverse ed uniche per città, dal giro dei parchi verdi allo shopping in centro, fino a itinerari più romantici dai nomi suggestivi come “Vacanze Romane”; ora questi percorsi saranno a tua disposizione per vivere la tua città in maniera del tutto rivoluzionaria, proprio come MINI.

Ora non ti resta che salire a bordo e provarla.

The New MINI. The New Original.

Lutto nel mondo dello spettacolo: addio al comico Zuzzurro

MILANO. Ha lottato sino all'ultimo, portando sino in fondo l'amore per il teatro. Ma purtroppo non ce l'ha fatta. Si è spento oggi, 24 ottobre 2013, alle ore 22:20, dopo una lunga malattia, il comico Zuzzurro, del famoso duo "Zuzzurro e Gaspare". Ha cercato di rimanere fedele all'amore per il teatro per combattere il cancro.
Andrea Cipriano Brambilla, il mitico Zuzzurro, era nato a Varese il 21 agosto 1946. La notizia della sua morte è stata confermata dall'amico e metà del duo comico Nino Formicola, alias Gaspare. Insieme avevano diviso 35 anni di carriera sul palco. Pochi giorni fa aveva dovuto rinunciare a un'esibizione, a causa dell'aggravarsi della malattia, un carcinoma al polmone che non gli ha lasciato scampo.
Per quel che riguarda la sua carriera, nel 1976 ha conosciuto al Derby Club di Milano Nino Formicola, diventato anche suo cognato l'anno dopo, con cui ha dato vita all'affiatata coppia Zuzzurro e Gaspare. Hanno raggiunto la popolarità con Drive In, varietà a cui hanno partecipato inizialmente solo in qualità di ospiti, ed in seguito entrando nel cast fisso. Nel 1986 hanno lasciato temporaneamente il video per dedicarsi al teatro, interpretando nella commedia di Neil Simon Andy e Norman (riproposta su Italia 1 nel 1991) il ruolo di due giornalisti costretti a sbarcare il lunario scrivendo articoli dozzinali per ogni genere di rivista, ed entrambi innamorati della loro vicina di casa. E poi altri programmi di successo come "Emilio". Ci piace ricordarlo così, con la sua allegria ed accanto a Gaspare, il suo amico di sempre.

Scontro tra motoscafi in gara all'Idroscalo a Milano: muore il campione italiano Paolo Zantelli

MILANO. Si è consumata una tragedia ieri a Milano: in uno scontro tra motoscafi in gara all'Idroscalo è morto il pilota campione italiano di Formula 2 di motonautica Paolo Zantelli, di 48 anni. L'incidente è avvenuto subito dopo la partenza del Gran Premio 'Città di Milano' valido per il campionato europeo di categoria. Il motoscafo di Zantelli ha toccato un'altra imbarcazione e si è impennato in aria, facendo un giro a 360 gradi e ribaltandosi.
L'imbarcazione è quindi atterrata sull'acqua capovolgendosi e il pilota è rimasto sott'acqua, privo di sensi. La sfortuna ha voluto che dall'imbarcazione si staccasse il cupolino che protegge i piloti. Una volta persi i sensi, probabilmente Zantelli ha anche bevuto acqua.
immediati i soccorsi, con i sub presenti sul campo di gara che hanno subito estratto il corpo del campione italiano da sotto lo scafo. Le sue condizioni, però, sono apparse subito drammatiche. I soccorritori del 118 hanno constatato che l'uomo era in arresto cardiaco e aveva subito lo schiacciamento del torace. Dal Niguarda si è alzato in volo un elicottero dell'elisoccorso che ha prelevato il pilota e lo ha trasportato all'ospedale San Raffaele, dove il pilota poi è morto.
"Una tragedia inspiegabile, perdo un grande amico" ha dichiarato Vincenzo Iaconianni, presidente della Federazione Italiana Motonautica "La velocità era molto bassa, tutte le strutture del motoscafo sono integre: non si riesce a capire cosa possa aver determinato traumi così gravi".
Per quel che riguarda Paolo Zantelli, era di Colorno inprovincia di Parma. Lascia la moglie Milena Clerici (anche lei pilota di motonautica fino a pochi anni fa e presente alla gara) e un figlio maschio. Correva in F2 da 17 anni e vantava nel suo curriculum due ori, due argenti e un bronzo europei. Era considerato in Italia il massimo esperto della categoria ed era in corsa anche per il titolo nel campionato mondiale di categoria.