Visco: ancora troppi occupati nelle banche

ROMA - La riduzione dei lavoratori delle banche andrà avanti e dovrà essere accompagnata da un taglio delle remunerazioni “a tutti i livelli”. A dirlo il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, secondo cui “dal 2008 il numero dei dipendenti è sceso del 12%. È un processo destinato a proseguire, anche con il ricorso a ben calibrate misure di accompagnamento all’interruzione anticipata del rapporto di lavoro”.

“La riduzione dei costi – ha proseguito il governatore all’assemblea annuale dell’Abi – dovrà in questa transizione riguardare anche le remunerazioni complessive, a tutti i livelli, e ridurre sul piano organizzativo ridondanze ancora diffuse”.

0 commenti:

Posta un commento