Migranti in hotel nel messinese: proteste

MESSINA - Proseguono gli sbarchi di migranti sulle nostre coste mentre non si placano le polemiche sugli hotspot temporanei per tamponare l'emergenza e scoppia la protesta a Castel Umberto in provincia di Messina dove un gruppo di una trentina di minori migranti è stato inviato dal prefetto di Messina in un ex hotel.

La decisione ha scatenato le proteste di parte degli abitanti che hanno bloccato le vie d'accesso. Il sindaco Vincenzo Lionetto Civa ha bloccato l'allaccio dell'energia con un gruppo elettrogeno e quindi nella struttura non vi è energia elettrica.

PALERMO: CONDANNATI 2 SCAFISTI - La quarta sezione del Tribunale di Palermo, accogliendo le richieste dei pm Geri Ferrara, Renzo Cescon e Giorgia Righi, ha condannato due uomini a sette anni e mezzo di reclusione per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

I due sarebbero stati gli scafisti di un barcone arrivato sulle coste siciliane a giugno scorso con 350 migranti. Il barcone sarebbe partito da Alessandria d'Egitto, il viaggio sarebbe durato sei giorni. Ogni migrante avrebbe pagato da 600 a 2.200 dollari a seconda del posto sul barcone.

0 commenti:

Posta un commento