Mosul, avanza la colazione anti-Isis

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - La moschea di Grand al-Nuri di Mosul, una delle più importanti della città, è stata distrutta, insieme al suo minareto. Lì il leader dello Stato islamico, nel luglio 2014, ha tenuto il suo primo discorso. All'inizio la Bbc ha dichiarato che gli autori della distruzione della moschea erano gli jihadisti stessi perché le forze di terra dell'esercito iracheno, nei giorni scorsi, erano riusciti ad arrivare a circa cinquanta metri dalla moschea eretta nel 1172.

Un luogo simbolo per l'islam, che lo Stato islamico non poteva tollerare di perdere e dunque ha preferito distruggerlo. Dopo poco l'Isis, attraverso Amaq, ha negato di essere responsabile di tale azione, gettando la colpa sulla coalizione anti-Isis. La risposta Usa è stata immediata, il colonnello statunitense Ryan Dillon ha negato i raid sulla moschea, confermando che è stato il Califfato.

0 commenti:

Posta un commento