I Camera a Sud si raccontano su Italia Notizie


Camera a sud, è una band siciliana fondata da Carmelo Siracusa (Contrabasso) nel 2011. Si uniscono a lui Gaetano Miano (Chitarra), Ivan Newton (Batteria) e Manuel Castro (Voce). I quattro musicisti, sono tutti appassionati di swing e rock “n” roll. L’idea è di riproporre classici italiani anni ’30,’40 e ’50.

Com'è nata l'idea di riproporre un grande successo come Caravan Petrol?
La scelta nasce dalla voglia di rispolverare e reinterpretare un classico della musica italiana che ebbe tanto successo negli anni ’50 e che racconta con spensieratezza e l’inossidabile ironia napoletana la ricerca spasmodica della ricchezza attraverso il petrolio…

Abbiamo voluto dare una veste “modernamente retrò” per omaggiare a nostro modo i grandi Renato Carosone e Gegè Di Giacomo.

Ci sono sempre piaciute le loro canzoni, infatti nel nostro repertorio ve ne sono incluse parecchie. Caravan Petrol, è stato il primo brano a indossare la veste elettronica all’interno dell’album e quindi c’è stata una continua ricerca sonora ed interpretativa per personalizzare qualcosa di conosciuto e che fa parte integrante della storia della musica italiana. Ci piace molto riproporre brani irriverenti, questo esperimento lo abbiamo fatto anche nel primo album con la cover di “Pippo non lo sa” che ci ha portato parecchia fortuna, infatti è stata inclusa in una compilation insieme ad artisti come Carosone, Arigliano, Toquinho e distribuita dalla Putumayo Records, etichetta americana di World music.

Qual è il genere musicale che vi rispecchia?
L’idea iniziale era quella di riproporre classici italiani anni ’30,’40 e ’50.

Durante questi anni in maniera naturale c’è stata un’evoluzione di sound e di approccio al singolo strumento.

Il nostro singolo background musicale ha creato il sound della band in maniera naturale. La policromia di stili dal blues, al rock al jazz, è stata incanalata all’interno di uno Swing decisamente contaminato, volutamente più “sporco”.

Gli artisti di riferimento sono Fred Buscaglione, Renato Carosone, Nicola Arigliano, Renzo Arbore a cui si aggiungono grandi interpreti degli anni ’60.

Cosa dobbiamo aspettarci dai Camera a Sud?
Il nostro progetto è in continua crescita ed è già attivo da 5 anni, per adesso contiamo di pubblicizzare al meglio il nostro nuovo lavoro attraverso i concerti, dove c’è una grande interazione con il pubblico, per il futuro ci sono tantissime e interessanti nuove idee, ma ancora è tutto rigorosamente top secret

Ci sarà un disco d'inediti e un tour?
Assolutamente si, intanto abbiamo ultimato il nostro terzo lavoro discografico che uscirà a settembre e che conterrà due brani inediti. Nel frattempo continueremo il nostro tour per proporre il nuovo spettacolo in chiave elettro swing

0 commenti:

Posta un commento