Emilio Fede condannato a tre anni e mezzo di carcere per bancarotta

di ANTONIO GAZZILLO - Emilio Fede, ex direttore del Tg4, è stato condannato dal Tribunale di Milano a tre anni e mezzo di carcere per concorso in bancarotta riguardo la vicenda del fallimento della società di Lele Mora.

Il giornalista è stato accusato anche di aver intascato un milione dalla somma di denaro prestata da Silvio Berlusconi per salvare la stessa società, somma che dovrà restituire per intero e immediatamente.

La cifra chiesta al leader di Forza Italia ammonta a due milioni e 750 mila euro che non sarebbero mai giunti nelle casse della società, sull’orlo del fallimento.

Secondo quanto scritto nel capo d’imputazione, Fede avrebbe ricevuto il denaro da Lele Mora in tre parti tramite il suo ragioniere Giuseppe Spinelli: una prima parte (450 mila euro) gli sono stati consegnati direttamente in contanti; altri 500 mila euro sono stati versati su un conto di Lugano dell’ex direttore mentre gli ultimi 160 mila euro sono finiti sui suoi conti italiani.

0 commenti:

Posta un commento