Comey ascoltato dal Senato su Russiagate

di MARIGRAZIA DI RAIMONDO - L'ex direttore dell' Fbi James Comey è stato ascoltato dalla Commissione intelligence del Senato, sulla questione Russiagate, per 2 ore. Nell'interrogatorio trasmesso in tv, Comey ha dichiarato, che Trump non ha fatto altro che diffamarlo e diffamare l'Fbi che sarà sempre indipendente. Inoltre ha ribadito che non c'è nessun dubbio sul coinvolgimento della Russia nelle elezioni americane e che l'amministrazione Obama ha fatto di tutto per contrastare questo cyberattacco.

Dal canto suo ha poi aggiunto, "non spetta a me dire se c'è stata ostruzione alla giustizia da parte di Donald Trump". Il Presidente statunitense, infatti, non gli ha mai ordinato di lasciar cadere le indagini sull'ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, ma che in modo indiretto il tycoon "voleva che lasciassi le indagini su di Flynn".

La Casa Bianca ha prontamente negato tutto e tramite la portavoce Sarah Sanders ha dichiarato "il Presidente non è un bugiardo. Poi Trump si limita a qualche parola, lasciando il resto al suo avvocato: “Siamo sotto assedio ma ne usciremo più grandi e più forti che mai”.

0 commenti:

Posta un commento