Bambino di 6 anni morto per il morbillo. Il Primario: "Non è stato contagiato dai fratelli"

di ANTONIO GAZZILLO - Il bambino di 6 anni, ricoverato da mesi nella clinica del San Gerardo di Monza in quanto affetto da una leucemia linfoblastica acuta, malattia che ha una probabilità di guarigione dell’85 %, è morto per un’infezione da morbillo che ha peggiorato le sue difficoltà respiratorie.

Secondo le prime ricostruzioni, il bambino sarebbe stato contagiato lo scorso marzo dal fratello e dalla sorella maggiori, entrambi non vaccinati.

In merito all’accaduto è intervenuto il primario del reparto di pediatria, Andrea Biondi, che ha smentito categoricamente questa ipotesi sostenendo che i fratelli hanno contratto il morbillo in un momento successivo e affermando che il vero problema è il mancato raggiungimento della soglia di copertura vaccinale al 95 % che mette a rischio i più deboli.

Anche il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, ha espresso tutto il suo sconforto: “ E’stata una storia straziante. Siamo dentro un’epidemia di morbillo e i bambini e gli adulti non vaccinati rischiano. Noi siamo disponibili nel dare informazioni e accompagnare i bambini nel processo di vaccinazione”.

0 commenti:

Posta un commento