Autorità turche contro Gay Pride, polizia spara proiettili di gomma sui manifestanti

(Foto L'ESPRESSO)

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Il Presidente turno Recep Tyyip Erdogan ha bloccato ieri il Gay Pride, previsto a Istanbul. La manifestazione in cui hanno partecipato migliaia di persone, tra cui rappresentanti di governi europei, si è trasformata in un incubo. La polizia turca si è presentata al Pride usando proiettili di gomma e idranti sulla folla.

Alcune persone sono state costrette a togliersi la maglietta, con su scritto "Pride", e molte altre anche arrestate. Erdogan ha giustificato tale presa di posizione, con la paura di attacchi terroristici, invitando gli organizzatori a non fare la manifestazione.

Il comitato promotore del Gay Pride ha negato d'aver ricevuto tale richiesta. Il consolato olandese, in segno di solidarietà alla comunità LGBT, ha esposto una bandiera arcobaleno sulla facciata dell'edificio.

0 commenti:

Posta un commento