Sicurezza e politica estera: questi i temi centrali del G7 che si è aperto oggi a Taormina

(Foto ANSA)

Si è aperta stamani a Taormina la prima giornata del G7. Prima giornata con foto di famiglia per i leader con il suggestivo sfondo del Teatro Greco. Il premier Paolo Gentiloni era al centro, in mezzo ai due capi di Stato Donald Trump ed Emmanuel Macron.

Sicurezza e politica estera: questi i temi centrali della colazione di lavoro tra i sette grandi. Tra i temi evocati, ripresi poi nel pomeriggio: la situazione in Ucraina, con la volontà europea di mantenere le sanzioni con la Russia, l'allarme terrorismo dopo il recente attentato di Manchester, la minaccia nucleare nord coreana. I lavori, che proseguiranno fino a domani, sono iniziati con un leggero ritardo rispetto alle previsioni. Gentiloni ha accolto i colleghi capi di Stato e di governo nel teatro greco di Taormina. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in quanto capo di Stato anziano (l'altro è il francese Emmanuel Macron, appena eletto all'Eliseo), è giunto per ultimo e in ritardo: ha fatto aspettare gli altri leader per oltre una decina di minuti.

Dopo la foto di famiglia i Sette grandi hanno attraversato a piedi, sotto la sorveglianza di ingenti forze dell'ordine, il centro storico di Taormina. Al'inizio mancava Donald Trump, verosimilmente per ragioni di sicurezza, che li ha raggiunti sul belvedere. Poi l'ultima breve passeggiata fino al San Domenico Palace, che ospita i lavori. I sei insieme, Trump da solo.

(Foto ANSA)

Al via quindi il confronto politico su un'agenda molto densa sulla quale permangono divisioni di vedute tra alleati europei e gli Usa, in particolare sul clima e il commercio, mentre sulla lotta al terrorismo c'è una maggiore unità di intenti. A fare gli onori di casa il premier italiano Paolo Gentiloni, al suo primo G7 da premier.

"Non c'è dubbio che è il più difficile dei G7", ha detto Donald Tusk, presidente del Consiglio Ue, in una conferenza stampa all'inizio dei lavori. Tusk ha evidenziato divergenze nelle posizioni su clima, commercio, sicurezza promettendo che "la Ue farà di tutto per un'accordo" e lavorerà per l'unità. Aspetto che il G7 mostri unità sull'Ucraina - ha detto ancora Tusk prima dell'avvio del G7 - e che le sanzioni alla Russia siano confermate fino alla completa applicazione degli accordi di Minsk.

"Al G7 chiediamo risultati, sappiamo che non sarà un confronto semplice ma lo spirito di Taormina ci può aiutare nella direzione giusta". Lo dichiara il premier Paolo Gentiloni in un videomessaggio dal teatro greco di Taormina a pochi minuti dall'inizio. "La straordinaria storia e bellezza che ci circonda credo possa dare un contributo molto importante ai leader del G7 e aiutare la comunità internazionale a dare risposte ai cittadini: sul terrorismo e sicurezza faremo una dichiarazione importante" e si affronteranno i temi del "cambiamento climatico, dei grandi flussi migratori e del commercio mondiale dal quale dipendono tanti posti di commercio nel mondo".


In assoluto la prima volta anche per i colleghi Theresa May e Emmanuel Macron e per il presidente Usa Trump.

Dopo Donald Trump anche la cancelliera Angela Merkel è giunta all'aeroporto di Sigonella per partecipare al vertice del G7 di Taormina. Il presidente Usa Donald Trump è atterrato nella tarda serata di ieri all'aeroporto di Sigonella in Sicilia.

In compagnia di Melania, Trump ha salutato dalla scaletta dell'Air Force One. Il presidente statunitense è stato accolto dalle autorità italiane sulla pista dell'aeroporto di Sigonella. La first lady, apparsa sorridente, indossava un tubino nero senza maniche.

Trump e la moglie sono quindi saliti a bordo dell'elicottero presidenziale, destinazione Taormina. A Taormina in serata è arrivato anche il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

0 commenti:

Posta un commento