Serie A, super Lazio nel derby. Si ferma ancora il Milan. Un Napoli corsaro affonda l’Inter


di ANTONIO GAZZILLO - Nella domenica della trentaquattresima giornata di serie A, una Lazio straripante ha battuto la Roma nel derby permettendo così al Napoli, vittorioso a San Siro contro l’Inter, di sperare ancora nel secondo posto. Il Milan, invece, ha ottenuto solo un pareggio allo Scida di Crotone.

Nell’anticipo delle 12.30 è andato in scena il derby della capitale, vinto nettamente dalla Lazio. Vista l’assenza di Immobile, è salito in cattedra Keita che ha sbloccato il risultato, sorprendendo Szczesny sul primo palo. Un rigore inventato, vista l'evidente simulazione di Strootman ha poi permesso alla Roma di pareggiare con De Rossi prima dei gol di Basta e ancora Keita che hanno portato il risultato sul 3 a 1 definitivo.

Nelle partite delle 15.00, il Cagliari ha ottenuto una vittoria di misura sul Pescara grazie ad un rigore trasformato da Joao Pedro. La partita però è stata macchiata dai cori razzisti rivolti da parte dei tifosi a Muntari, che ha lasciato il campo per protesta.

Il Bologna ha travolto per quattro reti a zero un' Udinese spenta e irriconoscibile. I friulani hanno subito completamente l’ondata bolognese, cadendo sotto i colpi di Destro, autore di due gol, e Taider. Nel finale il risultato è stato arrotondato da uno sfortunato autogol di Danilo che ha deviato nella propria porta un cross di Verdi.

Il Chievo, invece, ha espugnato Marassi, battendo per 2 a 1 un Genoa ormai allo sbando e in crisi totale. Gli uomini di Juric si erano portati in vantaggio con Pandev, bravo a finalizzare una bella azione in velocità di Laxalt, dopo aver fallito un calcio di rigore con Simeone. Il Chievo ha poi rimontato il risultato prima con Bastien e poi con Birsa.

Dopo le vittorie contro Milan e Fiorentina, l’Empoli è caduto in casa contro un Sassuolo pimpante e corsaro. I neroverdi hanno portato il risultato sul 2 a 0 grazie alle reti di Peluso, Matri. Pucciarelli ha accorciato le distanze su rigore prima del definitivo gol del 3 a 1 di Duncan.

Una pessima Fiorentina ha perso punti importanti per l’Europa cadendo per 2 a 0 al Barbera di Palermo. Il match è stato deciso da una fantastica punizione di Diamanti e dalla rete di Aleesami, abile a battere Tatarusanu dopo essersi liberato di due difensori viola in area.

Il Milan, invece, non riesce più a vincere e, dopo il tonfo in casa contro l’Empoli dello scorso turno, ha ottenuto un misero pareggio allo Scida di Crotone, perdendo ancora una volta l’occasione per confermare il sesto posto in classifica. Al vantaggio rossoblu siglato da Trotta, ha risposto Paletta che ha prontamente ribadito in rete una sponda di Zapata.

Nel posticipo delle 20.45, il Napoli si è portato ad un solo punto di distanza dal secondo posto, battendo di misura l’Inter a San Siro. La squadra nerazzurra è stata davvero poco pericolosa e ha lasciato molto spazio al gioco del Napoli, anch’esso molto impreciso e sfortunato, complice anche l’ottima serata di Handanovic. Gli uomini di Sarri, però, hanno sbloccato il risultato con Callejon, bravo a sfruttare un errore clamoroso di Nagatomo in area di rigore.

0 commenti:

Posta un commento