Serie A: la Fiorentina si impone sulla Lazio. Atalanta, sei in Europa

(Foto SPORTMEDIASET)

di ANTONIO GAZZILLO - Nei due anticipi del sabato della trentaseiesima giornata di serie A, la Fiorentina ha dato una scossa alla volata Europa League, battendo la Lazio per 3 a 2 e portandosi a solo un punto di distanza dal Milan, fermato sull’1 a 1 dall’Atalanta.

Nel match delle 18.00, al Franchi di Firenze, la squadra viola ha ottenuto tre punti fondamentali per continuare a sperare nel raggiungimento del sesto posto, rifilando tre gol ad una Lazio parecchio ridimensionata da Inzaghi in vista dell’imminente finale di Coppa Italia.

Nonostante l’assenza degli uomini chiave, i biancocelesti si sono portati in vantaggio nella ripresa con Keita che, su lancio preciso di Luis Alberto, è stato abile a superare in velocità la difesa avversaria e battere Tatarusanu, non impeccabile nell’occasione.

Il gol però ha avuto il merito di svegliare gli uomini di Sousa che hanno realizzato una fantastica rimonta: ci ha pensato Babacar a pareggiare con una bellissima torsione di testa che ha sorpreso Strakosha. L’innesto di Kalinic ha poi cambiato definitivamente la partita: prima ha ribadito in rete il gol del sorpasso, dopo un’azione rocambolesca della difesa laziale; poi ha fatto partire un tiro che, dopo aver colpito il palo, ha causato l’autogol di Lombardi.

Nel finale gli uomini di Inzaghi hanno accorciato le distanze con la rete del giovane Murgia per il 3 a 2 finale.

“ Sei più bella dell’Europa”. La dedica apparsa sulla maglietta di Conti durante l’esultanza del gol del vantaggio sembra essere il riassunto della stagione dell’Atalanta.

Grazie al pareggio per 1 a 1 contro il Milan, la squadra nerazzurra ha raggiunto matematicamente l’Europa League, meritandola a suon di prestazioni esaltanti e brillanti.

Nell’anticipo serale Atalanta e Milan si sono annullate, ottenendo entrambe un punto che permette loro di confermare le attuali posizioni in classifica.

Gasperini ha rinunciato a Kurtic preferendo Cristante a centrocampo mentre Montella ha schierato un inedito 3-5-2 scegliendo ancora Lapadula in avanti al posto di Bacca.

Sono stati gli orobici a portarsi in vantaggio con Conti, all’ottavo gol stagionale, una rarità per un esterno di difesa, abile a sfruttare una respinta errata di Donnarumma su un cross di Spinazzola.

La squadra rossonera invece si è svegliata solo nel finale quando è riuscita a pareggiare con Deulofeu che, in netto fuorigioco, ha lasciato partire un tiro che ha incontrato la deviazione di Masiello prima di spiazzare Berisha.

0 commenti:

Posta un commento