Roma, macchina parcheggiata sui fiori commemorativi per le sorelle decedute nell'incendio

(Foto LAPRESSE)

di BEATRICE GALLUZZO - Roma; una foto postata su Facebook da Rinaldo Sidoli, Responsabile nazionale Verdi per la tutela degli animali, ha fatto rapidamente scalpore sul web, finendo in men che non si dica sulle pagine dei giornali: mostra un'automobile rossa parcheggiata con noncuranza in quell'angolo del parcheggio del centro commerciale dove solo qualche giorno fa si è consumato il rogo del camper della famiglia Halilovic, e dove adesso sono posati dei fiori commemorativi per chi in quell'incendio ha perso la vita: tre sorelle di 20, 8 e 4 anni. Corredato alla foto, il commento dell'uomo, che definisce il gesto "Uno sfregio all'umanità. Uno schifo."

Anche l'Assessore al Sociale di Roma Capitale, Laura Baldassare, ha espresso il proprio rammarico sul social network "Provo vergogna per loro. Un gesto inqualificabile. Qualcuno ha parcheggiato la propria automobile schiacciando i fiori deposti in ricordo delle tre vittime del rogo nel camper a Centocelle. Si tratta di un atto vergognoso e spregevole. Il rispetto, a maggior ragione in momenti così drammatici, si misura soprattutto tramite l'attenzione nella quotidianità. Ci siamo attivati immediatamente inviando sul posto la Polizia Locale di Roma Capitale", ha scritto la donna.

Svariati utenti hanno poi virtualmente espresso un'opinione sul gesto attraverso le numerose piattaforme che hanno riproposto la foto in questione. Alcuni si dicono impressionati da un'azione non illegale, certo, ma per lo meno indecorosa che denota una profonda mancanza di rispetto e di umanità anche davanti alla morte di una ragazza giovanissima e due bambine; altri sostengono che quello è un parcheggio come un altro, che i fiori commemorativi li piazzassero altrove, sarebbe meglio dove non disturbano il transito dei veicoli.

0 commenti:

Posta un commento