Rapporto INPS sull'occupazione, segnali di vivacità ma con molta prudenza


Guglielmo Loy – Segretario Confederale UIL, ha detto la sua, commentando il rapporto INPS. Egli ha affermato che sul precariato e su come le imprese assumono o, purtroppo, licenziano si possono trarre 4 considerazioni sull’andamento nel primo trimestre 2017:

1) Il mercato del lavoro segnala una vivacità (aumento delle attivazioni);

2) Questa vivacità è, però, bilanciata da una conferma della prudenza delle imprese che optano, maggiormente, per il lavoro a termine;

3) La graduale risalita dell’apprendistato va sottolineato sia per il valore di questo strumento di ingresso formativo al lavoro ma anche perché, evidentemente, il tema degli incentivi, selezionati e mirati, è ancora attuale;

4) La leggera crescita dei licenziamenti disciplinari, sia nelle piccole che nelle medio grandi imprese deve portare ad una riflessione seria se l’attuale sistema di regolazione risponda al tema del giusto equilibrio tra i doveri ed i diritti delle persone al fine di evitare abusi e dare serenità ai lavoratori ed alle imprese.

Sullo sfondo rimane il tema madre: più crescita economica per favorire più lavoro di qualità.

0 commenti:

Posta un commento