Neonato morto a Settimo Torinese: la madre confessa "L'ho ucciso io"


di ANTONIO GAZZILLO - Nella notte una donna di 34 anni e madre del bambino abbandonato su una strada di Settimo Torinese e poi morto, ha confessato la sua colpevolezza, dopo un lungo interrogatorio da parte dei Carabinieri.

Il procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, la considera colpevole di omicidio aggravato e ha sottoposto la donna a fermo come indiziata del delitto nell’attesa di scoprire la presenza o meno di altre responsabilità.

Il bambino, partorito ieri, è stato trovato da un netturbino per strada avvolto in un asciugamano e già in fin di vita; il corpo del piccolo presentava diverse ferite tra cui una alla testa perché, appena partorito, è stato lanciato dal balcone del secondo piano proprio dalla madre che addirittura ha dichiarato di non essersi accorta di essere incinta in questi nove mesi.

Il neonato è stato poi trasportato dal 118 all’ospedale Regina Margherita di Torino dove è morto poco dopo a causa delle sue gravi condizioni.

0 commenti:

Posta un commento