Festival di Cannes: tra amore, immigrazioni e thriller, i film che corrono per Palma d'oro.

(Foto REPUBBLICA)

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Oggi ha inizio la 70/ma edizione del Festival di Cannes, che si concluderà il 28 maggio. Questo importante evento cinematografico che non vedrà film italiani in garam quest'anno ha tessuto un filo sottile tra immigrazione, terrorismo, amore, arte e thriller.

L'immigrazione è rappresentata in 2 film, "Happy End" di Michael Haneka, storia di una ricca famiglia che vive in una bolla in un paese povero, pieno di immigrati a Calais e "Jupiter's Moon" di Kornel Mudruczó, storia di un immigrato ferito che scopre d'avere poteri magici. Il terrorismo è portato in scena da "In the Fade" di Fatih Akin, storia di una bomba che colpisce Amburgo, ferendo la comunità turco-tedesca e di una donna che si vendica per la perdita della famiglia.

Non poteva mancare l'amore con tanti film di cui "Formidabile" di Michael Hazanavicius, storia d'amore tra Anne Wiazemsky e il maestro del cinema Jean-Luc Godard e "Rodin" di Jacques Doillon, storia d'amore tra lo scultore Auguste Rodine e Camille Claudel.

Altri film che trattano amori tormentati sono "L'amant double" di François Ozon, "Radiance" di Naomi Kawase, "The day after" di Hong Sang-oo, "Lovelless" di Andrey Zvyagintsev.

L'arte mette lo zampino nel film "The Meyerowitz stories" di Noah Baumbach e nel film "The squadre" di Ruben Ostlund. Sul fronte sociale "You were never rally", di Lynne Ramsay, storia di un veterano di guerra che lotta contro il traffico sessuali e "120 battements par minute" di Robin Campillo sull'AIDS. In corsa alla Palma d'Oro come thriller psicologico "the killing of a sacred deer" del regista greco Yorgos Lanthimos, come anche "Wonderstruck-La ragazza delle meraviglie" di Todd Haynes, tratto dal romanzo di Brian Selznick, "Good time" di Ben Safdie e "A gentle creature" di Sergey Loznitsa. Mentre tra impegno e visionarietà troviamo "Okia" di Bong Joon-ho, storia di una ragazza che impedirà ad un milionario di rapire il suo strano animaletto.

0 commenti:

Posta un commento