Concertone del Primo Maggio a Roma, gli Stato Sociale attaccano Poletti e Salvini

(Foto LAPRESSE)

di LOREDANA CAVALLO - Erano in migliaia ieri in piazza San Giovanni a Roma per il consueto Concertone, condotto da Camila Raznovich e Clementino; la prima, che ha dato il via alla maratona di 9 ore, ha ricordato Portella della Ginestra, dove 70 anni fa vennero uccise 11 persone perché rivendicavano i loro diritti.

La band Lo Stato Sociale ha risposto esplicitamente al ministro Poletti che aveva invitato i giovani a preferire le partite di calcetto all’invio di curriculum, cantando “Mi sono rotto il c…o”, indossando vestiti strappati e lanciando palloni.

“Se parlare di lavoro è difficile, parlare d’amore è impossibile. Se come dice Matteo Salvini, da una coppia di omosessuali può crescere solo un ragazzo con handicap, è pure vero che da una coppia eterosessuale è cresciuto Salvini. Non esiste una formula giusta. Amatevi come vi pare” ha attaccato la band.

0 commenti:

Posta un commento