Voglia di riunificazione per l'Irlanda ed ingresso automatico nell'Ue

(Foto LAPRESSE)

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Oggi i 27 leader europei si riuniscono per discutere il futuro ed eventuale ingresso dell'Irlanda in Unione Europea, in caso di riunificazione del Paese. Questo potrebbe rappresentare un passo avanti per il governo irlandese, che da sempre aveva espresso di rimanere in Ue, malgrado la brexit. Ci si aspetta che adesso sia il Premier irlandese Enda Kenny a chiedere nel caso del summit di oggi l'aggiunta di una dichiarazione alle minute della riunione, in cui si dice che nel caso di una riunificazione dell'Irlanda del Nord, il Paese avrà accesso automatico, così come avvenuto per la Germania orientale nella comunità europea, dopo la caduta del muro di Berlino.

Per la riunificazione è necessario un referendum, già avanzato da Kenny e come previsto dall'accordo del venerdì santo del 10 aprile del 1988. Un sondaggio però ha rilevato che il 62% della popolazione a nord voterebbe contrario, è solo il 22% a favore. Anche nella Repubblica dell'Irlanda non mancano i dubbi. Intanto l'Unione Europea si prepara i negoziati con la Gran Bretagna per la brexit, con l'obiettivo di tutelare i cittadini comunitari.

0 commenti:

Posta un commento