Strage Borsellino: ergastolo ai due boss, condanna per i falsi pentiti

(Foto IL SOLE 24 ORE)

di LOREDANA CAVALLO - A 25 anni dalla strage nella quale persero la vita il giudice Paolo Borsellino e i cinque uomini della scorta, sembra chiudersi un quadro giudiziario durato anni con l’ultimo tassello, almeno per ora, basato sulla menzogna perpetuata fin dall’inizio dai pentiti Calogero Pulci e Francesco Andriotta, che appunto si sono rivelati solo dei falsi.

Questi avrebbero depistato le indagini portando alla condanna di sette innocenti, per i quali verrà quanto prima effettuato il processo di revisione. Invece, l’altro falso pentito Vincenzo Scarantino si è visto annullare per prescrizione il reato di calunnia contestatogli in precedenza.

Condannati all’ergastolo i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino, imputati principali in quanto mandante il primo dell’attentato ed esecutore effettivo il secondo.

0 commenti:

Posta un commento