Serie A: sale il Milan, sprofonda l’Inter. Napoli devastante contro la Lazio.

(Foto ANSA)

di ANTONIO GAZZILLO - Nella domenica della trentunesima giornata di serie A, il Milan, vittorioso contro il Palermo, ha superato in classifica un’Inter in caduta libera, nell’attesa del derby del prossimo turno valido per un posto in Europa League. Vittorie anche per la Roma e per il Napoli che in serata ha consolidato il terzo posto grazie alla vittoria contro la Lazio.

Nell’anticipo delle 12.30 la Sampdoria, reduce dalla vittoria a San Siro, ha regalato ai propri tifosi un pareggio spettacolare contro la Fiorentina. I blucerchiati si sono fatti recuperare due volte il vantaggio: prima Rodriguez ha risposto al gol di Bruno Fernandes; nei minuti finali Babacar ha pareggiato la rete di Ricky Alvarez per il 2 a 2 definitivo.

Nelle partite delle 15.00 l’Udinese ha asfaltato per tre reti a zero un Genoa sempre più in crisi.
Il match è stato deciso dalle reti di De Paul, Zapata e dall’autogol del portiere genoano Rubinho.

Al Sant’Elia il Torino ha conquistato tre punti, battendo il Cagliari per 3 a 2. Dopo il gol su rigore di Borriello, è partita la rimonta granata con Ljajic, Belotti, al ventiquattresimo gol stagionale, e Acquah, poi espulso nel finale. A nulla è servito il gol di Han, il primo nord - coreano a segnare nel nostro campionato.

Il Milan ha riscattato il deludente pareggio di Pescara, rifilando quattro gol ad un’altra squadra intrappolata nella zona salvezza: il Palermo. A sbloccare il match è stato Suso con una splendida punizione. Il risultato è stato poi arrotondato da Pasalic, che, ammonito, salterà il derby per squalifica, Bacca e Deulofeu, dopo una delle sue solite azioni individuali. La squadra rossonera si è portata a meno due lunghezze di distanza dall’Atalanta al quinto posto, aspettando il derby del prossimo turno. 

Dopo i sette gol rifilati all’Atalanta, l’Inter è entrata in una crisi nera di risultati che l’ha vista sprofondare al settimo posto, lontana da ogni obiettivo europeo. La sconfitta rimediata contro un Crotone affamato di punti salvezza, sembra pregiudicare l’intera stagione. La squadra nerazzurra ha subito per tutto il primo tempo incassando una doppietta di Falcinelli, salvo poi svegliarsi nella ripresa ma a nulla è servito il gol di D’Ambrosio.

La Roma, invece, ha proseguito la striscia di vittorie consecutive, battendo con facilità il Bologna al Dall’Ara per 3 a 0. Gli uomini di Spalletti hanno dimenticato in fretta l’eliminazione dalla Coppa Italia, riprendendo la marcia in campionato. Il match è stato deciso dai gol dell’imprescindibile Fazio, sempre più leader della retroguardia giallorossa, Salah e Dzeko, che ha raggiunto Belotti a quota 24 gol in campionato.

Nel posticipo delle 20.45 il Napoli ha consolidato il terzo posto nel match decisivo per la qualificazione in Champions contro la Lazio. Il gioco spettacolare ha permesso agli uomini di Sarri di sbarazzarsi dei biancocelesti con un secco 3 a 0. Ad aprire le marcature è stato Callejon, abile a sfruttare un passaggio perfetto di Hamsik. Insigne ha poi chiuso il discorso con una doppietta.

0 commenti:

Posta un commento