Serie A: Lazio forza sei. L’Empoli espugna San Siro. La Juventus travolge il Genoa.

(Foto ANSA)

di ANTONIO GAZZILLO - Nella domenica della trentatreesima giornata di serie A, il passo falso del Napoli al Mapei Stadium con il Sassuolo, potrebbe dare alla Roma, impegnata oggi contro il Pescara dell'ex Zeman, l’opportunità di consolidare il secondo posto. Non hanno sbagliato, Lazio e Juventus che hanno travolto a suon di gol rispettivamente Palermo e Genoa mentre il Milan ha sprecato l’occasione di allungare in classifica sull’Inter.

Nell’anticipo delle 12.30, il Napoli è riuscito a strappare un pareggio per 2 a 2 al Mapei Stadium contro un Sassuolo ostico e intraprendente. Il match, sbloccato da un gol di testa del solito Mertens, è stato ribaltato dai neroverdi prima con Berardi e poi con la rete del neo entrato Mazzitelli. Ci ha pensato poi il tanto atteso attaccante polacco Milik, con una splendida girata, a ristabilire la parità e ad evitare la sconfitta.

Nelle partite delle 15.00, il Crotone, dopo il pareggio contro il Torino, ha proseguito la striscia positiva di risultati battendo la Sampdoria a Marassi per 2 a 1. Al bellissimo gol del fenomeno Shick, hanno risposto le reti dell’imprescindibile Falcinelli, con una deviazione sottomisura, e di Simy su assist perfetto dello stesso attaccante ex Sassuolo.

Il Torino ha espugnato il Bentegodi rifilando tre gol al Chievo. Ljajic ha aperto le marcature con un bel tiro rasoterra sul primo palo. Il raddoppio è arrivato con un diagonale fantastico da fuori area di Zappacosta mentre Pellissier ha accorciato le distanze dopo una bella azione clivense. Iago Falque ha poi chiuso il match portando il risultato sul 3 a 1.

Alla Dacia Arena di Udine, l’Udinese ha battuto di misura il Cagliari con il risultato di 2 a 1. Nonostante il rigore fallito da Thereau, i friulani sono comunque riusciti a portarsi sul doppio vantaggio grazie ai gol di Perica e Angella. A nulla è servito poi il gol di Borriello, nella sua stagione più prolifica.

La Lazio, invece, ha dilagato in casa contro un Palermo che ormai non ha più nulla da chiedere al campionato. I biancocelesti hanno siglato ben sei reti, trascinati dalla doppietta di Immobile, giunto a quota 20 in campionato, dalla tripletta di Keita e dal gol del giovane Crecco. I due gol rosanero sono stati siglati entrambi da Rispoli.

Dopo il pareggio in extremis nel derby, il Milan ha fatto un passo falso sprecando l’occasione di allungare sull’Inter, sconfitta a Firenze. I rossoneri hanno subito l’intraprendenza e la voglia dell’Empoli di ottenere punti importanti per la salvezza, perdendo in casa per 2 a 1. La squadra toscana si è portata sul doppio vantaggio con Mchedlidze e Thiam e ha mantenuto il risultato grazie a Skorupski che ha neutralizzato il rigore di Suso. Lapadula ha poi accorciato le distanze nel finale.

Nel posticipo delle 20.45, la Juventus ha travolto il Genoa per quattro reti a zero scrivendo quasi la parola fine sulla volata scudetto. La partita è stata sbloccata da un autogol sfortunato di Munoz; il risultato è stato poi arrotondato dai gol di Dybala, con un bel tiro dopo una combinazione nello stretto con Khedira, di Mandzukic, autore di uno splendido tiro a giro che ha sorpreso Lamanna, e di Bonucci che si è letteralmente inventato un bolide dalla distanza.

0 commenti:

Posta un commento