Parigi: Comizio della Le Pen con blitz e lancio di molotov

(Foto ANSA/EPA)

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Al teatro Zenith nel nord di Parigi, la candidata all'Eliseo, del Front Nazional Marine Le Pen, ieri sera ha tenuto un comizio, dove a sostenerla vi erano 6 mila militanti circa. A 6 giorni dal voto è stata però oggetto di contestazioni, da parte di militanti anti Front Nazional, situati fuori dal teatro. Il fedelissimo della Le Pen il deputato del Gard Gilbert Collard è stato accolto da fischi, insulti e lancio di molotov. Ma anche all'interno del teatro ci sono stati blitz e incidenti. Infatti durante il comizio la Le Pen è stata bloccata per due volte da due militanti, una donna, che è salita sul palco costringendola a tacere, e un'altra a petto nudo con lo slogan anti Le Pen, entrambe portate via dalle autorità. Al comizio la Le Pen ha dichiarato, " è giunta l'ora della scelta, una scelta storica di civiltà e scegliere se essere pro o contro la globalizzazione selvaggia, pro o contro la Francia, domenica la Francia rinascerà o affonderà". Inoltre la leader della destra francese, in testa ai sondaggi con l'avversario Emmanuel Macron, leader del partito "En Marche", ha ribadito che è necessario bloccare Schengen e ripristinare le frontiere. Ha anche parlato della Grecia rovinata dall'Unione Europea e contro l'Italia incapace di gestire il flusso migratorio. Poi prima di concludere il comizio, ha fatto la promessa di nazionalizzare di cantieri navali di Saint-Nazaire, acquisiti da Fincantieri.

0 commenti:

Posta un commento