Juve, lo scudetto si avvicina, un inerme Genoa travolto 4-0, ed è ancora un Dybala show

(Foto ANSA)

di ALESSANDRO NARDELLI - Prosegue senza sosta la marcia di avvicinamento della Juventus al sesto scudetto, quello del record, contro quel Genoa che all'andata, vincendo 3-1, aveva aperto uno squarcio, nella tela del 3-5-2 bianconero, finito subito dopo in soffitta, per lasciare spazio al 4-2-3-1 che tante soddisfazioni, in Italia ed in Europa, sta regalando a Massimiliano Allegri. Questa volta, invece, nel match di ritorno, Buffon e compagni non lasciano scampo ai rossoblù, sempre più in crisi di gioco, spazzandoli via con un secco 4-0, grazie ad un autogol di Munoz al 17' e alle reti di Dybala al 16', Mandzukic al 41' e Bonucci al 64' della ripresa. Un successo che porta la Vecchia Signora a + 11, in attesa del risultato di stasera della Roma di Luciano Spalletti, impegnata sul campo del Pescara dell'ex Zdenek Zeman.

Una gara quasi sempre a senso unico, con la Juventus in costante dominio della situazione, a dimostrazione della continua fame, e della mentalità vincente, che caratterizza la squadra, mai doma, anche dopo affrontato un provante quarto di finale di Champions League. Max Allegri e i suoi uomini coltivano il sogno triplete, e la strada che hanno imboccato è senza dubbio quella giusta. Nonostante un ampio turnover, con sei uomini diversi in campo rispetto alla gara di ritorno contro il Barcellona, il refrain è sempre lo stesso, non concedere nulla agli avversari, e scatenarsi in attacco, salvo poi gestire, una volta acquisito un tranquillo vantaggio, il risultato. Ed anche ieri è stato così, con Dybala e Mandzukic a trascinare la Madama, il primo autore dell'ennesima rete gioiello, calciando il pallone all'angolino basso alla destra di Lamanna, ma anche di tanto movimento che ha disorientato costantemente la difesa del Genoa. Il secondo, invece, si è sdoppiato come al solito in tre, come terzino, come ala e come attaccante, come nel caso del suo gol, frutto dell'ennesima sua galoppata offensiva. In più l'assist per la rete di Bonucci e tanto lavoro sporco in tutto il match, che mostra tutta l'importanza che un calciatore simile ha in questa squadra.

La prossima sfida per i bianconeri sarà disputata questo Venerdì alle 20:45 all'Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, contro la terribile Atalanta dell'ex Gian Piero Gasperini, vera e propria sorpresa del campionato, che renderà sicuramente la vita difficile anche alla capolista e dominatrice della Serie A.

0 commenti:

Posta un commento