Il principe Carlo in visita ad Amatrice

(Foto AFP)

di ILEANA CIRULLI - Il principe Carlo è giunto in Italia con la moglie Camilla per un viaggio di sei giorni e ieri si è recato in visita ad Amatrice. Prima di raggiungere il centro storico della cittadina laziale, devastata dal sisma lo scorso 24 agosto 2016, l’erede al trono d’Inghilterra si è fermato a parlare con il sindaco, Sergio Pirozzi, alle porte della zona rossa, in un prefabbricato che ospita le foto del centro storico del comune reatino prima e dopo il tragico evento. Il primo cittadino di Amatrice ha accompagnato il principe solo fino all’inizio di Corso Umberto I, dando la dovuta spiegazione: "Dal 24 agosto non sono più entrato nella zona rossa, perché guardo al futuro. Tornerò nel centro storico quando sarà ricostruito". Carlo ha, invece, proseguito fino ad arrivare alla torre civica, simbolo del comune, accompagnato dal capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio. Successivamente, il nobile inglese ha raggiunto il Centro operativo intercomunale, ovvero la tenda dove operano tutte le istituzioni impegnate nella gestione dell'emergenza sisma e nella ricostruzione, interessandosi alle condizioni di lavoro e alle criticità che tengono impegnati i vari operatori. Il principe ha incontrato alcune famiglie di amatriciani sfollate, prima di recarsi al memoriale delle vittime del sisma. Carlo ha deposto un mazzo di fiori e si è fermato a pregare per qualche minuto.

0 commenti:

Posta un commento