Gasdotto: il Tar del Lazio respinge il ricorso della Regione Puglia


di ALESSANDRO NARDELLI - A sole 24 ore dalla discussione da parte del Tar Lazio, di quella che rappresentava un ricorso chiave per la Puglia e i pugliesi, è arrivata la sentenza, che da la possibilità a Tap di continuare con l'espianto degli ulivi nel cantiere di Melendugno, nelle scorse settimane teatro di manifestazioni da parte di chi si dice contrario a questo progetto. E'stato quindi respinto il ricorso della Regione Puglia, secondo la quale, bisognava sospendere immediatamente i lavori, per scongiurare un pericolo di danno permanente in tutta la piantagione, vista la situazione di incertezza riguardante le autorizzazioni, sia in merito allo spostamento dei 211 ulivi, sia in merito alla Valutazione di impatto ambientale del progetto del gasdotto che Tap vuole portare avanti. Il governatore Michele Emiliano ha subito spiegato come la Regione Puglia andrà avanti, in quanto non è giusto che la Tap approdi in quella che si può definire a ragion veduta una delle spiagge più belle d'Europa e debbano passare chilometri di gasdotto sotto il maggiore giardino di ulivi d'Italia.

0 commenti:

Posta un commento