Frode fiscale: nuovo scandalo nel calcio inglese

(Foto IL FATTO QUOTIDIANO)

di ANTONIO GAZZILLO - Ancora un nuovo scandalo si sta per abbattere sul mondo del calcio. Questa volta a tremare è l’Inghilterra: il reato riguarda una maxi frode fiscale e assicurativa di circa 6 milioni di euro.

Le indagini, cominciate ieri, vedono la presenza di 180 agenti in azione tra Regno Unito, dove sono dodici le squadre coinvolte tra cui Chelsea, Newcastle e West Ham, e Francia, dove il club finito sotto inchiesta è il Marsiglia, impegnato in diverse operazioni di mercato con le squadre inglesi negli ultimi anni. Ad interessare sono soprattutto i trasferimenti di Dimitri Payet e Alou Diarra, ceduti dal Marsiglia al West Ham rispettivamente nel 2015 e 2012, e quelli di Thauvin e Cabella al Newcastle.

Nel corso delle perquisizioni nelle sedi delle squadre sopra citate, sono stati sequestrati documenti aziendali e finanziari, computer e cellulari. Il West Ham ha pubblicato un comunicato per ribadire la completa cooperazione con gli inquirenti per aiutarli nell’indagine; è stato fermato, invece, l’amministratore delegato del Newcastle, squadra appena promossa in Premier League, Lee Charnley.

E’stata anche sondata la disponibilità di alcuni portavoce della squadra londinese del Chelsea a fornire informazioni chieste in relazione all’indagine.

0 commenti:

Posta un commento