Francia: fermati due presunti terroristi. Volevano compiere attentati durante la campagna elettorale



di ALESSANDRO NARDELLI - Nuovo timore attentati in Francia, dopo che nella città di Marsiglia sono stati arrestati due presunti terroristi che, si sospetta, avessero in mente di compiere degli attentati in questo periodo, in piena campagna elettorale per le elezioni presidenziali. Gli uomini sono stati fermati in un edificio, dove, a seguito di un primo controllo, sono stati ritrovati dei pericolosissimi esplosivi di tipo Tatp. E' scattata quindi l'immediata evacuazione dello stabile, sito nella città di Marsiglia. I due arrestati sono di nazionalità francese, ed erano già conosciuti dai servizi, vista la loro radicalizzazione, con uno dei due convertito alla religione islamica.

Secondo Le Parisien "I due uomini fermati a Marsiglia volevano colpire un candidato all'elezione presidenziale. Gli inquirenti hanno scoperto un video in cui i due sospetti prestavano giuramento all'Isis".


Intanto, il presidente Hollande si congratula con le forze di sicurezza francesi, lodando il loro operato. "Siamo mobilitati contro il terrorismo. I nostri servizi di sicurezza hanno lavorato in modo notevole. Ora questi due individui verranno interrogati dalla polizia e dalla giustizia.


Il ministro dell'Interno, Mathias Fekl, ha spiegato invece che "Il rischio terrorismo è più elevato che mai. Oltre cinquantamila uomini sono dispiegati sull'insieme del territorio per garantire la sicurezza del voto.

0 commenti:

Posta un commento