"Da Fs-Anas sinergie per 400 milioni"

(Foto RAI NEWS)

di MARCO MONGELLI - Per Graziano Delrio è una settimana piena di soddisfazioni, dall’accordo su Alitalia alla fusione Fs-Anas, ai fondi per le infrastrutture alla nuova pianificazione contenuta nel Def. Arriva in porto il lavoro di mesi. Si capisce dal modo in cui il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti parla che la soddisfazione più grande è quella su Fs-Anas. «Nasce un polo che potrà sfruttare sinergie per 400 milioni, un fatturato di 10 miliardi e un piano di investimenti da 80 miliardi, tra i più forti del mondo che rafforzerà i successi già avuti in Grecia, Gran Bretagna, Iran».

Noi abbiamo lavorato su un piano iniziale delle banche molto rigido. L’accordo introduce elementi molto positivi di riduzione del costo del lavoro e di flessibilizzazione anche se in misura minore rispetto alla richiesta nel piano originario. Mi pare che la conferma della disponibilità delle banche e degli azionisti arabi a mettere nuovi denari, scommettendo ancora sulla compagnia in un momento difficile, sia l’aspetto più positivo e vada colto in pieno.

Da dicembre abbiamo lavorato ad asseverare il piano industriale rafforzando quel capitolo sviluppo che era molto debole all’inizio. Parlo di investimenti in aeromobili per il lungo raggio e di un impegno maggiore nell’acquisizione di rotte intercontinentali. Ora il piano è più solido ma dovremo lavorarci ancora nei prossimi mesi perché queste intenzioni vanno tradotte in fatti. Dire che si vogliono acquisire nuove rotte non vuole dire averle conquistate.

0 commenti:

Posta un commento