Congelamento rapporti Russia - Usa, il Cremlino chiude la linea diretta con Washington


di BEATRICE GALLUZZO - L'azione unilaterale di bombardamento contro la base militare siriana di Shayrat, firmata da Donald Trump come reazione agli attacchi chimici di Idlib, ha portato un vento gelido nelle relazioni tra Washington e Mosca, alleata di Damasco.

La Russia, nonostante fosse stata avvisata del raid aereo, ha fermamente condannato il gesto, definendolo un'aggressione contro uno Stato sovrano, quindi contrario alle regole della comunità internazionale. Inoltre, secondo la visione di Mosca, è una ritorsione basata su pretesti fasulli, una dimostrazione di forza che era stata decisa ben prima dei fatti di Idlib da un Donald Trump desideroso di mostrarsi come l'uomo forte della politica internazionale.

Questo ha portato il Cremlino ad ordinare, dalle ore 00:00 di oggi, di sospendere la linea diretta instaurata per il coordinamento dello spazio aereo siriano con gli USA, che ha come scopo il ridurre al minimo gli incidenti tra i velivoli che viaggiano in uno spazio aereo comune, in questo caso, quello siriano.

0 commenti:

Posta un commento