Brexit, il Premier britannico Teresa May respinge le linee guida Ue


LONDRA - Sono state respinte dal Premier britannico Theresa May alcune tra le principali richieste dell'Ue in merito alla Brexit, da lei definite soltanto posizioni negoziali dei 27, soltanto poche ore dopo l'approvazione all'unanimità delle linee guida riguardanti la trattativa dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione.

Al Telegraph la May ha fatto presente quelle che saranno le sue priorità: intanto un libero mercato, che non preveda dazi, la fine della giurisdizione delle Corti europee, e la fine della libera circolazione dei migranti, come già spiegato in un suo precedente discorso tenutosi a gennaio alla Lancaster House.

La May, ha dichiarato ad un cronista in una delle sue tappe della campagna elettorale in Scozia: "Innanzitutto vorrei insistere sul fatto che non abbiamo un accordo sulla Brexit da Bruxelles. Abbiamo le loro linee guida negoziali, abbiamo le nostre linee guida negoziali attraverso la lettera ex articolo 50, e il discorso alla Lancaster House da me pronunciato sull'argomento a gennaio", con la volontà di controllare l'immigrazione e porre un termine alla giurisdizione delle Corti Ue. "E' importante che intorno al tavolo si sieda un forte premier del Regno Unito", ha concluso.

0 commenti:

Posta un commento