Ad Aprile comincerà il I^ memorial “Naufrago ignoto” 2017

Sono molteplici, nel nostro territorio, i centri di accoglienza straordinaria, così come le associazioni che a vario titolo lavorano a contatto con i migranti: tutti affrontano quotidianamente la non sempre semplice realtà della vita dei richiedenti asilo. In questi luoghi la passione per il calcio è una parte fondamentale delle giornate degli ospiti poiché lo sport è un contributo valido non solo nel momento in cui offre la possibilità di fare attività fisica, ma ancor più nella misura in cui partecipa al recupero della fiducia in sé stessi e nel prossimo.

Questo trofeo nasce all’interno dei progetti di integrazione socio-culturali del CAS Green Garden e incontra l’entusiamo e la collaborazione di altri 8 fra centri e comitati che insieme portano avanti il desiderio e l’obiettivo di creare occasioni di incontro, scambio e divertimento.

L’idea del titolo emerge dopo un vivace confronto sulla volontà di dare un significato forte a questa iniziativa, da qui la decisione di voler organizzare un vero e proprio Memorial, il primo di questo tipo sul territorio nazionale, dedicato al ricordo di migliaia di migranti senza nome che hanno perso la vita nelle acque del Mediterraneo sulla rotta verso l’Europa. Un torneo che vuole essere un momento di gioco, di festa, di condivisione, grazie alla passione comune per il calcio ma allo stesso tempo inviti alla sensibilizzazione di ciò che quotidianamente avviene nel nostro mare.

Il trofeo si svolgerà nei mesi di Aprile, Maggio e Giugno, ed è strutturato in due gironi dove al termine degli incontri di andata e ritorno le prime due classificate di ogni gruppo si scontreranno nelle semifinali e nella finale. Il nostro auspicio è quello, una volta terminato il torneo, di poter organizzare ulteriori iniziative dove le squadre rappresentative dei centri possano incontrare le realtà calcistiche italiane, creando così momenti di conoscenza e integrazione reciproca.

Queste le squadre partecipanti:

Calcio senza Frontiere (Brindisi), C.A.R.A. Restinco (Brindisi), C.A.S. Taccone (Melendugno), C.A.S. Green Garden – Carbrun (Carovigno), C.A.S. Villa Isabella (Ostuni), C.A.S. Spagnulo (Ostuni), C.A.S. Casa del Sole (Laureto di Fasano), C.A.S Harmony (Torre Pozzella).

Riteniamo che la realizzazione di questo trofeo abbia una particolare rilevanza poichè è frutto di un lavoro “d’insieme” così prezioso nell’ottica di creare una rete sempre più forte tra i vari contesti presenti nel brindisino e non solo: l’immigrazione non è più un fenomeno emergenziale ma una realtà ormai radicata e con la quale siamo chiamati a lavorare, convivere e interagire.

Il torneo inoltre gode del patrocinio dei seguenti comuni:

Comune di San Vito dei Normanni, Comune di Carovigno, Comune di Ostuni, Comune di Fasano, Comune di Melendugno, Comune di Brindisi, Prefettura di Brindisi


Calcio senza Frontiere – Claudio Longo

Coop. Sociale Auxilium – Vincenzo Lutrelli

Il Melograno – Mimmo Milone

Acuarinto – Gian Luca Avanzato

Indaco – Michela Bruno

Consorzio A.I.D. – Mimmo Fina

Take Care – Stefania Baldassarre

Il Melograno – Carmen di Coste

0 commenti:

Posta un commento