94 miliziani uccisi dalla super bomba sganciata dagli USA


di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Ieri un C130 statunitense ha sganciato nella provincia di Nangarhar, nel distretto di Achin, in Afghanistan la Moab. La "super bomba" dal peso di 10 tonnellate aveva come obbiettivi tunnel e grotte usati dal Daesh e ha distrutto tutto nel raggio di centinaia di metri. Il portavoce provinciale Ataullah Khogyani, ha riferito che l'Isis ha perso 94 miliziani. D'altro canto l'agenzia dello stato islamico Amaq ha negato il numero delle perdite. Trump ha riferito che sono state prese tutte le precauzioni per non uccidere civili ed è orgoglioso dei militari Usa, parlando di "un grande successo".

0 commenti:

Posta un commento