15 arresti tra funzionari comunali a Guidonia Montecelio


di ILEANA CIRULLI - Il Gip del Tribunale, su richiesta della Procura di Tivoli, ha emesso 15 ordinanze di custodia cautelare e decine di perquisizioni a Roma e nel Lazio, eseguite dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma già dalle prime ore di questa mattina.

Tutto ciò fa parte di una complessa indagine condotta nei confronti di "un'organizzazione criminale radicata nel Comune di Guidonia Montecelio, dedita da lungo tempo alla perpetrazione di reati contro la pubblica amministrazione". L'operazione è stata denominata "Ragnatela" e in essa sono stati impegnati oltre 160 uomini delle Fiamme gialle. Tali provvedimenti hanno colpito dirigenti e amministratori comunali, imprenditori e professionisti accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata a corruzione, peculato e falso, di questi uomini 12 sono in carcere e 3 ai domiciliari.

Inoltre, nell'ambito dell'indagine sono stati appurati tre episodi di "passaggi di mazzette" ad opera di tale organizzazione. La maggior parte delle aree di competenza del Comune di Guidonia sono risultate coinvolte nei reati contestati, dai lavori pubblici all'urbanistica, dall'ambiente e decoro urbano alle risorse finanziarie, fino al trasporto pubblico locale.

In particolare, è stato in quest'ultimo ambito che, in data 18 ottobre 2016, i Finanzieri del I Gruppo di Roma hanno sorpreso, durante un controllo, il vice sindaco pro tempore di Guidonia Montecelio, trovandolo in possesso di una "mazzetta" da 50.000 euro in contanti che aveva appena ricevuto - durante un incontro monitorato dai militari - da un imprenditore operante nel settore del trasporto pubblico.

0 commenti:

Posta un commento