Olanda - Italia 1-2: Eder e Bonucci guidano la rimonta

(Foto ANSA/AP)

di ANTONIO GAZZILLO -  La vittoria per 2 a 1 nell’amichevole giocata ieri all’Amsterdam Arena contro l’Olanda, ha dato segnali ottimi all’Italia che ha proseguito la striscia positiva di risultati della gestione Ventura e ha confermato il buon trand contro gli Orange.

La nota più lieta è stata sicuramente rappresentata dai tanti esordi di giovani e promesse che formeranno la Nazionale del futuro: cominciando dal piccolo grande portiere Donnarumma, appena maggiorenne ma con il destino da erede di Buffon, proseguendo con i talenti sfornati dall’Atalanta come Gagliardini, Spinazzola e Petagna, per arrivare a D’Ambrosio, finalmente tornato a buoni livelli, e la rivelazione Verdi del Bologna.

L’Olanda, guidata da Grim dopo l’esonero di Blind, ha giocato una partita spenta, molto sofferta soprattutto in difesa, ma nonostante questo è riuscita a passare in vantaggio in maniera fortunosa: una bella azione triangolare da parte di Promes e Klaassen, ha prodotto un cross basso in area deviato nella propria porta da Romagnoli a siglare il vantaggio olandese.

La reazione azzurra però non si è fatta attendere e il gol del pareggio è arrivato dopo solo pochi secondi con un diagonale potente e preciso da fuori area di Eder, abile a sfruttare un errato disimpegno di Hoedt.

In una serata in cui gli attaccanti, Immobile prima e Belotti dopo, hanno faticato, ci ha pensato Bonucci a decidere la partita, con un tap-in ravvicinato dopo la respinta di Zoet su un colpo di testa di Parolo.

E’stato un buon test per gli azzurri del futuro che regalano a Ventura solo certezze in vista della sfida decisiva contro la Spagna.

0 commenti:

Posta un commento