Vasto, uccide l'uomo che investì la moglie


VASTO - Si è consegnato ai carabinieri Fabio Di Lello, da ieri ricercato per aver ucciso, a Vasto, a colpi di pistola Italo D'Elisa. Prima di costituirsi alle forze dell'ordine, l'uomo avrebbe telefonato ad un suo un amico e avvertendolo di aver ammazzato l'assassino di sua moglie, annunciandogli che stava per recarsi al cimitero per rendere omaggio alla sua Roberta. Di Lello avrebbe poi chiamato il suo avvocato, Giovanni Cerella, spiegandogli l'accaduto e indicandogli dove si trovava in quel momento.

I carabinieri hanno trovato una pistola semiautomatica avvolta in una busta di plastica lasciata sulla tomba della moglie di Di Lello, Roberta Smargiassi, che la scorsa estate fu investita e uccisa da un'auto condotta proprio dal giovane che è stato assassinato questo pomeriggio. Il padre di D'Elisa ad alta voce ha urlato "Maledetti, me lo avete ucciso". Poco dopo, accompagnato dal suo avvocato, Di Lello si è costituito ai carabinieri.

0 commenti:

Posta un commento