Renzi, "ok alle primarie ma chi perde deve accettare"

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Matteo Renzi in un'intervista al Tg1 e al Corriere della Sera ha ribadito l'importanza delle primarie e del voto. Il segretario del Partito Democratico ha negato la scissione del partito, dichiarando "chi perde deve rispettate il vincitore, altrimenti sarà l'anarchia del Pd".

L'ex premier ha dimostrato dubbi su quando votare, giugno o febbraio 2018, non dando per scontato un suo eventuale governo, dicendo che la prossima volta potrebbe toccate a Delrio o nuovamente all'attaule Premier Gentiloni. Renzi sembra certo su una cosa, che la prossima legislatura imporrà una coalizione. Il clima politico in Italia è cambiato e pur ottenendo un buon risultato, non ci sarebbero più le condizioni per un "governo del tutto autonomo".

0 commenti:

Posta un commento