Votazioni per la presidenza del Parlamento europeo, in vantaggio Tajani su Pittella

(Foto ANSA/EPA)

In corso i lavori del Parlamento europeo per eleggere il successore di Martin Schulz. Dopo una sfida iniziale tra Antonio Tajani (popolari) e Giovanni Pittella (socialisti), il primo sembra il favorito per la presidenza, grazie all'accordo tra Ppe e Alde, che ha ritirato la candidatura di cui Guy Verhofstadt. La coalizione, può contare anche sull'appoggio del partito Afdd di Nigel Farage. Pittella si è schierato contro la coalizione dei due gruppi, mentre Tajani nel prendere parola ha sollecitato la necessità di "un parlamento forte, di un buon presidente, un buon portavoce, che lavori per tutti, che non sia un primo ministro e che abbia la forza di difendere il Parlamento di fronte a Commissione e Consiglio". Nella votazione iniziata alle 9, suddivisa in tre scrutini, gli europarlamentari del Movimento Cinque Stelle, non hanno sostenuto alcun candidato, definendoli tutti "figli della stagione politica più fallimentare d'Europa".

0 commenti:

Posta un commento