Stati Uniti, caos e proteste contro stretta Trump 7 paesi


Monta la protesta negli Usa e nel mondo contro il giro di vite sull'immmigrazione del neo-presidente Usa Donald Trump. E arrivano già i primi ricorsi contro la misura del tycoon.

L'aeroporto Jfk di New York è sempre più nel caos nelle ultime ore, divenendo principale simbolo della protesta scatenata dall'ordine esecutivo con cui Donald Trump ha sospeso temporaneamente l'arrivo di tutti i rifugiati e delle persone provenienti da sette Paesi islamici. Da ore diverse centinaia di persone stanno manifestando contro il provvedimento e per la liberazione dei passeggeri detenuti in base al nuovo bando. ''Lasciateli entrare, lasciateli entrare'', gridano, mostrando cartelli e striscioni con slogan come ''No ban, no wall''. Tra loro anche l'attrice americana Cinthia Nixon, nota per il suo ruolo nella serie Sex and the City, e due deputati democratici di Ny, Jerry Nadler e Nydia Velasquez. Intanto il regista Michael Moore, sempre in prima fila nelle proteste anti Trump, ha invitato via twitter ad andare al terminal 4 dello scalo, epicentro della contestazione. Il traffico e' rallentato, la polizia presidia.

0 commenti:

Posta un commento