M5S, Fico: "Aderire all'Alde un errore". Renzi: "Sono un algoritmo, non un partito"

(Foto WIKIPEDIA)

di ILEANA CIRULLI - A “L’intervista” di Maria Latella su SkyTg24, il presidente della Commissione di Vigilanza Rai e deputato del Movimento 5 stelle, Roberto Fico, ha rilasciato delle dichiarazioni inerenti alla decisione del suo partito di allearsi con il gruppo dei liberali all'Europarlamento.

«Nel Parlamento Ue c'è un meccanismo che ci costringe alle alleanze, ma il nostro posto vero è nei non iscritti, finché non raggiungiamo il numero per fare il gruppo nuovo», sottolinea Fico, affermando che non vi sarà alcuna alleanza con nessun'altra fazione politica. Così, riguardo al caso Alde, precisa: «Non sapevo che avremmo aderito ad Alde. Lo reputo un errore e anche questo errore andrebbe ammesso» e lo stesso vale per la questione Marra, che definisce come uno sbaglio da attribuire al sindaco e alla giunta.

Durante il colloquio, il deputato coglie l'occasione per difendersi dalle accuse mosse dall'ex premier Matteo Renzi, che, intervistato da La Repubblica, ha detto dei grillini: «Quei ragazzi sono già divisi, si odiano tra gruppi dirigenti, fanno carte e firme false per farsi la guerra. Ma sono un algoritmo, non un partito”. E ancora, riferendosi allo stesso Fico, “Lui è il Capo di un sistema che ripete ai seguaci solo quello che vogliono sentirsi dire, raccogliendo la schiuma dell’onda del web”.

Pronta e senza scrupoli la reazione deputato pentastellato: “Renzi, avendo problemi nel Pd, preferisce guardare in casa degli altri. Dice che faranno un programma in modo originale, ma noi lo stiamo già facendo. Cerca solo di buttare fango, ma è meglio che guardi in casa sua”.

0 commenti:

Posta un commento