Emergenza maltempo in Abruzzo, a Pescara esonda il fiume

(Foto Facebook)

PESCARA -Gravissima emergenza maltempo in Abruzzo, con la città di Pescara alle prese, questa mattina con l'esondazione del fiume omonimo che ha costretto alla chiusura totale di tutte le golene già alle 4,30, quando i semafori hanno segnalando la situazione di allarme . Il Comune ha spiegato che ci sono allagamenti in tutta la zona, sconsigliando ai cittadini di utilizzare l'auto, per evitare problemi.

Non molla quindi la presa il maltempo che ha investito l'Italia e per le prossime ore è atteso un nuovo peggioramento sulle regioni del centrosud, le più colpite dalle bufere di neve.

Le nevicate hanno cagionato anche molti problemi alla circolazione sia stradale che autostradale in Umbria, Abruzzo e Marche. In queste ultime due regioni e in alcune zone del Molise e della Puglia è stato anche disposto per diverse ore il divieto di circolazione per i mezzi pesanti sopra le 7,5 tonnellate.

"Tutte le regioni centrali sono interessate da una perturbazione importante, che sta creando problemi e che purtroppo insisterà anche nelle prossime ore - avverte il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio - le nevicate dureranno ancora un paio di giorni, almeno fino a giovedì, e dunque dobbiamo attrezzarci". Fin dalla nottata la neve è caduta abbondantemente sull'Abruzzo, sulle zone appenniniche di Marche - dove decine di comuni hanno deciso la chiusura delle scuole - e Umbria, sul Lazio orientale, sulle colline fiorentine, sull'Appennino tosco-emiliano e sulle zone interne della Sardegna.

0 commenti:

Posta un commento