Affondato un barcone a 30 miglia dalle coste libiche, si temono centinaia di vittime


Affondato un barcone con migranti a circa 30 miglia a nord delle coste della Libia. Tragico finora il bilancio, con solo quattro superstiti e otto cadaveri recuperati. La preoccupazione più grossa è che che le vittime possano essere quasi un centinaio, con possibilità minime di essere ritrovati ancora in vita stante anche le condizioni meteo davvero proibitive. Sul posto, presenti alcune unità della marina, tra cui un elicottero, un aereo e alcuni mercantili, impiegate solitamente nel costante pattugliamento del canale di Sicilia. L'ennesima tragedia del mare, che vede coinvolte giovani, bambini, donne incinta che decidendo di salire su barconi, che molto spesso, come in questo ed altri casi affondano, stipati come sardine, in condizioni precarie e perdono la vita alla ricerca di una libertà, che per loro rischia invece di trasformarsi nell'ultimo viaggio prima della morte.

0 commenti:

Posta un commento