Calcio. Montella: "E' il mio momento più bello al Milan: vincere una coppa è sempre memorabile e difficile"

ROMA - "Si passa un bel Natale quando si vince l'ultima partita dell'anno in campionato, figurarsi quando si porta a casa una coppa..." a dichiararlo è l'allenatore del Milan Vincenzo Montella felice, sia per l'abbraccio con i familiari sia per aver impacchettato sotto l'albero la Supercoppa Italiana, conquistata a Doha dopo i rigori con la Juventus.

"Probabilmente è il mio momento più bello. Vincere una coppa è sempre memorabile e difficile, soprattutto se penso che tecnici più bravi ed esperti di me non hanno vinto mai niente. Il gol di Pasalic, con la palla che sembrava non entrare mai, poi la foto con mio fratello e Nicola Caccia in mezzo al campo e poi quella con la squadra e Galliani. Ho sempre sognato di scendere dall'aereo con una coppa. Magari diversa, ma sono comunque contento. Galliani era contento, si percepiva la sua gioia, era come se fosse la sua prima coppa. E' stato piacevole essergli accanto. Anche Berlusconi era strafelice: l'ho sentito per Natale e sono contento di avergli regalato, con tutta la squadra, questo trofeo. E' una buona base di partenza- Ora ci stiamo godendo le feste ed il momento inaspettato ma bisogna voltare pagina e capire il prossimo obiettivo per vincere ancora, cosa più difficile. Non bisogna porsi limiti, il nostro primo obiettivo è arrivare in Europa, la casa del Milan, ma è difficile entrarci, la competitività è alta e il campionato è ancora lungo e duro. Si è aperto un ciclo? Non lo so, i giovani ci sono per poter crescere ma non bisogna perdere l'equilibrio e la realtà delle cose. Bisogna avere ambizioni alte e profilo basso".

0 commenti:

Posta un commento