Natale a Genova: cosa non perdere

Genova è una sorpresa continua. E durante le feste la città sa svelareuno dei suoi volti più magici, rendendo ancor più suggestive esperienze e attrattive disponibili tutto l’anno, a cui si aggiungono gli eventi del sempre ricco calendario cittadino. Ecco allora qualche suggerimento per chi punta a una visita a Genova nel periodo natalizio.

Scoprire le antiche botteghe - Passeggiando tra le vie e i carruggi del centro storico genovese, si incontrano numerose botteghe, patrimonio culturale di immenso valore, tutelato dal Comune con cura e dedizione nel corso dei decenni. Si tratta di luoghi affascinanti, permeati da un’atmosfera calda e familiare, in cui il tempo sembra essersi fermato per lasciare intatte le antiche tradizioni locali. Le botteghe, non a caso, sono il posto ideale per perdersi nella bontà delle delizie liguri: approfittatene per concedervi un momento di dolcezza con i dolci tipici, come la Sacripantina, la Torta Zena e il Pan Dolce, o, perché no, con i grandi rustici della gastronomia ligure, dalla focaccia ai pansotti. Vi sono poi luoghi come la Farmacia Sant’Anna o la Bottega Klainguti, che, come ci ricorda Expedia in questo speciale per le famiglie, possono essere le meta ideale di una visita con i bambini: la prima regala atmosfere d’altri tempi, la seconda, ottocentesca pasticceria in stile rococò, farà la gioia dei golosi di tutte le età.

Visitare le mostre della stagione - Tra i preziosi palazzi e le chiese del capoluogo ligure, che ricamano la pianta medievale della città, non mancano mai mostre d’arte di particolare rilievo. Tra queste spiccano quelle allestite a Palazzo Ducale, dove sono in corso due appuntamenti imperdibili per gli appassionati d’arte e fotografia: “Andy Warhol. Pop Society”, una vivida retrospettiva che omaggia il padre della Pop Art a trent’anni dalla sua scomparsa, e “Helmut Newton. Fotografie. White Women / SleeplessNights / Big Nudes”, un entusiasmante spaccato sulla produzione di uno dei fotografi più significati del Novecento.

Passeggiare tra i mercati–Come in ogni grande città che si rispetti, anche a Genova ogni quartiere vanta il proprio mercato. Che sia al chiuso, tra le mura di antichi edifici, o all’aperto, incastonato tra le vie e i vicoli, a cadenza settimanale o giornaliera, ogni mercatino merita una visita, soprattutto in questo periodo dell’anno. In particolare, si consiglia di prendersi un po’ più di tempo per esplorare il Mercato Orientale di via XX Settembre, il più antico della città: allestito presso il chiostro settecentesco del Convento di Nostra Signora della Consolazione, si caratterizza per un gran numero di bancarelle, dove è possibile trovare un po’ di tutto, dagli alimenti e le più svariate prelibatezze locali, all’abbigliamento vintage, passando per oggettistica, antiquariato e molto altro ancora.

0 commenti:

Posta un commento